Rogoredo: uomo minaccia carabiniere con una roncola, un collega gli spara alla gamba

Altra sparatoria alle porte di Milano nella notte. Dopo quella avvenuta alle Colonne di San Lorenzo dove i carabinieri hanno aperto il fuoco per difendersi da due rapinatori che avevano scagliato addosso ai militari i loro due pitbull, un paio di ora più tardi tre equipaggi del Nucleo Radiomobile e uno della Stazione di Rogoredo sono intervenuti in via Sant’Arialdo dopo una segnalazione di due guardie giurate della società Sicuritalia.

Qui i due addetti alla sicurezza avevano notato un uomo in stato confusionale così hanno allertato il 112. Una volta sul posto i carabinieri sono stati minacciati con due roncole: alla vista dei militari, nonostante ripetuti inviti a riporre le armi e l’utilizzo dello spray urticante da parte di uno dei militari intervenuti, l’aggressore ha continuato a parlare in modo incomprensibili ed a indirizzare le roncole sempre verso i carabinieri.



Il carabiniere spara per difendere il collega



Quello che è successo dopo è stato questione di secondi: durante la trattative tra i militari, improvvisamente l’uomo, di 57 anni, si è mosso in direzione di uno di loro tanto che un altro militare, per evitare che il collega venisse ferito, ha esploso un colpo con la pistola d’ordinanza alle gambe colpendo l’uomo alla coscia sinistra.

Immediato l’intervento dell’equipe medica che ha trasportato il ferito in codice giallo in ospedale: è stato ricoverato e sottoposto a intervento chirurgico per una frattura al femore. Non è in pericolo di vita. Successivi accertamenti hanno poi svelato che il 57enne era in cura per problemi psichiatrici e che non risultano precedenti nei suoi confronti.

Commenti Facebook

Lascia un commento

error: Content is protected !!