RIORDINO? “UNA PATACCA COLOSSALE: LA SBERLA DELLO STATINO DI OTTOBRE”

L’attacco al riordino dal fronte SAP a cura del segretario Gianni Tonelli.

In questi giorni stiamo sentendo e vedendo negli uffici di Polizia e sui social, di tutto e di più. I consortieri sono affannati nel cercare di propinare un’altra menzogna oltre a quelle già diffuse negli ultimi 3 anni. C’è chi dice che sono stati sbagliati i parametri, ma la sostanza non cambia, il risultato è sempre in negativo.

C’è chi dice che gli 80 € saranno stabilizzati in busta paga nel mese di gennaio: PATACCA COLOSSALE. Ad oggi la situazione è questa, abbiamo una “promessa” che ancora non è uno stanziamento.  Si tratta di 85 € lordi promessi e non ancora stanziati dai quali va tolto il 60,02% (IRAP 8,5%, INPS 24,2%, EX INPDAP 8,80%, FONDO CREDITO 0,3%, IRPEF 38%) e ne resteranno 34 €  medi da cui bisognerà ancora togliere le rivalutazioni dell’accessorio (straordinari, op, servizio sesterno, ecc), il finanziamento della nuova parte normativa, tenendo conto delle forbici tra agente e V.Q.A… Se va bene ad un agente spetteranno 20€ netti.
Quindi, se la matematica non è un’opinione:
Agente=

+31€ Riparametrazione Sriordino; +20€ Contratto; -80€ bonus = -29€ netti
Dove sono finiti i 132€ netti per un agente sbandierati dalla consorteria?????

Qui sotto troverete parte di ciò che il Sap ha denunciato da anni

AUDIZIONE AL SENATO