RENZI TUONA SULL’ACCORPAMENTO E GLISSA SUGLI STIPENDI. IL SAP RACCOGLIE LE FIRME PER L’UNIFICAZIONE

Era proprio quello che voleva Renzi. Deviare l’attenzione. E pare esserci riuscito. Il Premier non si è mai scusato, sinora, per le inopportune ed offensive dichiarazioni rilasciate ai media sulla protesta di poliziotti e militari. Ha sempre, superficialmente, ribattuto sul blocco stipendi del Comparto Sicurezza e Difesa affermando che ci sono “troppe forze di polizia”.

Che ciò possa essere vero, nulla si oppone. Ma è altrettanto vero che non può, e non deve, essere questa la risposta di un Presidente del Consiglio alla protesta di centinaia di migliaia di servitori dello Stato. Perchè di servitori si tratta e di uno stato che Loro amministrano. Sarebbe un po’ come dire non vi pago perché è colpa vostra se siete troppi! E’ difficile ipotizzare un’autogenesi delle svariate Forze di Polizia, qualcuno deve averle pur create! Ed è ora che quel “qualcuno” si assuma le responsabilità e ne paghi gli stipendi prima di rimediare agli errori di un “parto incontrollato”, ammesso che di errore si tratti.
Ma questo Renzi lo sa bene, almeno questo. Solo che il suo esclusivo interesse pare sia deviare l’attenzione, dagli stipendi all’accorpamento. Un passaggio eccessivo. Anche per Lui, che i sogni sa raccontarli. Bene farebbe Renzi ad ascoltare le istanze raccolte in anni di comunicati dei Co.Ce.R. e dei Sindacati di Polizia senza arrivare ad occuparsene solo perché i media hanno finalmente deciso di parlarne. Sbloccati gli stipendi, qualunque argomentazione sul futuro delle forze di polizia sarà bene accetta, ma adesso puzza un po’ di demagogia. Ma a quanto pare funziona. “Meno tasse, piu’ sicurezza. Riduciamo le forze di polizia e riformiamo la sicurezza”. E’ lo slogan che campeggia sul camper dei sindacati autonomi di polizia e vigili del fuoco, riuniti nella Consulta Sicurezza in piazza Montecitorio a Roma per raccogliere firme tra cittadini e parlamentari finalizzate a dare consenso alla petizione online poliziaunita.it. Tempismo perfetto. Renzi, come darti torto?

Leave a Reply

error: Content is protected !!