Polizia, conguaglio fiscale a febbraio. Cosa è successo e quando ci sarà il rimborso

Qualche giorno fa vi avevamo anticipato la problematica delle decurtazioni stipendiali che si sarebbe verificata nel mese di febbraio. Un conguaglio fiscale errato con detrazioni pari anche a più di 500,00€. Un errore commesso dal sistema NoiPa, il metodo realizzato dal Ministero dell’Economia e delle Finanze, per gestire il trattamento economico del personale centrale e periferico della Pubblica Amministrazione.

Errori conguaglio Polizia di Stato: cosa è successo

Nel corso della riunione tenutasi tra il Direttore dell’Ufficio Relazioni Sindacali del Dipartimento, il viceprefetto dott.ssa Maria De Bartolomeis e il Direttore del Servizio TEP, dott. Giovanni Circhirillo, sono emerse tutte le responsabilità del sistema NoiPA nell’aver operato un doppio conguaglio sullo statino paga di febbraio 2022.

Il primo riferito al c.d. conguaglio ordinario che viene effettuato tutti gli anni e che non sembrerebbe riportare anomalie. Il secondo, invece, è frutto di un errore del sistema che avrebbe coinvolto circa 8.000 poliziotti. In particolare, riguarderebbe coloro che rientrano nella fascia di reddito superiore ai 28.000 euro e inferiore ai 40.000 beneficiari dell’ex bonus “Renzi”, oggi chiamato bonus delle 100 euro”.

Coloro che hanno flaggato la rinuncia al predetto bonus hanno, di fatto, generato involontariamente un errore di sistema che ha bloccato l’ulteriore detrazione. Il sistema ha tradotto il flag come un non diritto alle detrazioni da parte del dipendente, creando un debito non dovuto di somme che, peraltro, non sono state percepite. Il flag, inoltre, ha bloccato anche le detrazioni aggiuntive aggravando gli errori nel cumulo del doppio conguaglio.

Errori conguaglio, come risolvere?

Nello statino di febbraio, verrà applicato l’addebito del conguaglio ordinario, per intero. In aggiunta verrà trattenuta una rata, pari a un decimo del debito complessivo, afferente al secondo conguaglio che, come si è detto è frutto di un errore del sistema. Dal mese di marzo in poi le rate del secondo conguaglio verranno sospese in attesa di una soluzione che possa sanare gli errori. È possibile ipotizzare che ciò avvenga attraverso un ri-conguaglio per coloro che hanno flaggato la rinuncia al bonus. A questi, oltre ad aver riformulata la certificazione unica, verrà effettuato il rimborso di quanto dovuto.

Cosa si prevede per chi percepisce l’assegno alimentare

Anche i percettori dell’assegno alimentare sono rimaste vittime degli errori di NoiPA.

Nel mese di febbraio hanno percepito importi vicini allo zero e il Direttore del Servizio TEP ha promesso il massimo impegno per sanare la situazione e provvedere a restituire il mal tolto con un’emissione speciale.

Commenti Facebook
error: Content is protected !!