Pistole subacquee SPP-1M e fucili d’assalto subacquei APS per le Forze Speciali

Rosoboronexport di Rostec State Corporation ha completato la consegna di pistole subacquee SPP-1M da 4,5 mm e fucili d’assalto subacqueo APS da 5,66 mm ad alcuni partner stranieri. Le armi sono state sviluppate da TSNIITOCHMASH della Rostec State Corporation per armare forze speciali e subacquei da combattimento. 

Le armi sparano dardi d’acciaio con un calibro di 4,5 mm e una lunghezza di 120 mm. Le munizioni hanno una testa conica appuntita, con una speciale punta smussata. Questo design crea una cavità d’aria davanti al proiettile quando si muove nell’acqua ad alta velocità, riducendo la resistenza all’acqua e stabilizzando la cartuccia.

“L’acqua, rispetto all’aria, ha una densità maggiore, quindi è impossibile utilizzare armi da fuoco tradizionali in un ambiente acquatico. Questo è il motivo per cui le divisioni di nuotatori da combattimento e subacquei sono armate con armi leggere specializzate. Per le loro caratteristiche e affidabilità, le armi subacquee, come molti altri prodotti Rostec, sono molto richieste all’estero, come i paesi del Medio Oriente e la regione Asia-Pacifico ”, si legge in un comunicato della Rostec Armaments.





La pistola SPP-1M è in grado di colpire bersagli subacquei a una distanza massima di 17 metri quando spara anche sott’acqua o fino a 20 metri quando sparata sopra la superficie. L’SPP-1 ha quattro canne, ciascuna contenente una cartuccia. Le sue munizioni si presentano con un caricatore di quattro cartucce che viene inserito nella culatta della pistola. La sua canna non è rigata; il proiettile sparato è mantenuto in linea da effetti idrodinamici. Di conseguenza, è alquanto impreciso quando sparato fuori dall’acqua. Un meccanismo di sparo a doppia azione spara una cartuccia in sequenza per ogni pressione del grilletto. Quando tutte e quattro le cartucce sono esaurite, la pistola può essere ricaricata sopra o sotto l’acqua.



Il fucile d’assalto subacqueo APS è un’arma da fuoco subacquea progettata dall’Unione Sovietica all’inizio degli anni ’70. APS sta per Avtomat Podvodny Spetsialnyy o “Special Underwater Assault Rifle”. Prodotto dallo stabilimento Tula Arms in Russia, viene esportato da Rosoboronexport. A sua volta, il fucile d’assalto subacqueo APS da 5,66 mm specializzato colpisce bersagli a una distanza massima di 30 metri sotto la superficie, nonché a una distanza massima di 100 m quando spara in aria. L’APS spara un otturatore in acciaio di calibro 5,66 mm lungo 120 mm (4,75 pollici) appositamente progettato per quest’arma. La canna dell’APS non è rigata; il proiettile sparato è mantenuto in linea da effetti idrodinamici; di conseguenza, l’APS è alquanto impreciso quando sparato fuori dall’acqua.

Lascia un commento

error: Content is protected !!