Parla Sebastiano Grasso, il Carabiniere ferito: “Non sarà risarcito perché l’autore è nullatenente”

Sulla porta i disegni dei tre figli: bentornato a casa. papà sei il mio eroe. E difatti Sebastiano Grasso,vicebrigadiere dei carabinieri 43 enne, la sera del 5 settembre scorso si è comportato da eroe. 


Nel tentativo di sedare una rissa sul sagrato della chiesa di Pennisi, nel catanese, nonostante fosse libero perché era il giorno della prima Comunione del primogenito, cercò di disarmare Camillo Leocata, che sparò ferendolo al collo. 
Alle spalle i calendari dell’Arma. Non tornerà più in servizio. E’ paralizzato dal collo in giù. Dinanzi agli occhi il mandorlo in fiore e la campagna, la sua passione. E il timore di dover lasciare tutto. 
Camillo Leocata è stato condannato a 17 anni di reclusione e a risarcire il sottoufficiale con 805mila euro.
Sentenza  amara, la definisce l’avvocata Miriam Condorelli che assiste la famiglia Grasso.

Commenti Facebook
error: Content is protected !!