Morto il militare 48enne colpito dal Covid: volontario durante il primo lockdown, aveva aiutato i più fragili

Era ricoverato da marzo scorso all’ospedale San Paolo di Bari, dopo aver contratto il Covid. Nunzio Pagliara, sottufficiale 48enne dell’Aeronautica, non ce l’ha fatta.

Ezio, come lo chiamavano i suoi amici e familiari, era uno sportivo, con la passione per la moto e la pallavolo. Per giorni ha lottato tra la vita e la morte, nel reparto di Terapia intensiva, e soltanto alcuni giorni fa i familiari avevano lanciato un disperato appello per cercare di salvarlo, rivolgendosi anche al ministro della Salute affinché si rendesse possibile un trapianto di polmoni. 

Durante il lockdown di un anno fa, era stato tra i volontari della rete a sostegno dei più fragili organizzata dall’Assessorato al Welfare. E a lui l’assessora Francesca Bottalico ha dedicato un messaggio sulla sua pagina Fb: “Con la sua moto verde insieme ai 700 volontari della città, ha raggiunto centinaia di strade nel borgo antico, negli stretti vicoli, nelle periferie lontane per consegnare, senza sosta, i kit alimentari e farmaceutici a famiglie e ad anziani soli bloccati dal virus. Non ce l’ha fatta a soli 48 anni ci ha lasciato, in attesa di un trapianto di polmoni danneggiato a causa del COVID….. Si, a causa, ancora una volta, di questo maledetto virus. Alla sua famiglia arrivi la mia vicinanza e un mio grazie personale per quanto Ezio ha generosamente donato fino alla fine. Sara’ sempre parte della nostra straordinaria squadra e quella moto verde e quel suo esserci ci riempirà sempre il cuore. Ciao Ezio”. 

Commenti Facebook

Lascia un commento

error: Content is protected !!