Ministro della Difesa al giuramento dei marescialli dell’Arma: “Siate servitori dello Stato, siate l’Arma più bella che conosciamo da oltre 200 anni. Vi ringrazio sin da ora per quel che farete”

Un pensiero rivolto dal ministro a Firenze, durante la cerimonia per il giuramento di 558 allievi marescialli, che si è svolta sabato 22 giugno in mattinata nella caserma Felice Maritano, sede della Scuola marescialli e brigadieri dei carabinieri del capoluogo toscano.

«Un pensiero commosso ai tanti carabinieri che hanno pagato con la vita il loro impegno verso la collettività e le istituzioni. Stesso pensiero va anche ai feriti.

Giovani Marescialli, rappresenterete lo Stato in ogni angolo d’Italia. Ricordate queste emozioni, ricordate le parole con cui avete giurato fedeltà all’Italia e alla gente che dovrete tutelare. Oggi gli Alamari vi hanno reso Carabinieri e questi vi accompagneranno tutta la vita. Il peso di tale responsabilità era in ogni vostra lacrima, in ogni sacrificio che vi ha portato a coronare il vostro sogno. Siate servitori dello Stato, siate l’Arma più bella che conosciamo da oltre 200 anni.
Vi ringrazio sin da ora per quel che farete e vi faccio i miei migliori auguri.
Buon inizio di carriera Marescialli, vi aspetta un futuro ricco di soddisfazioni.”