Militari, tredicesima errata. Lo Stato Maggiore della Difesa corre ai ripari: ecco cosa prevede il provvedimento

Nella giornata di ieri, è stato reso noto che un errore nel calcolo della tredicesima mensilità avrebbe colpito migliaia di militari. Il problema è emerso all’interno dei sistemi informatici dedicati al calcolo degli emolumenti del personale delle Forze Armate, ed avrebbe determinato un errore nel calcolo della tredicesima. Stando a quanto Infodifesa, il bug sarebbe emerso a causa di un problema nel software utilizzato per il calcolo degli stipendi, e riguarderebbe migliaia di militari la cui tredicesima mensilità è stata erroneamente calcolata in misura inferiore a quella effettivamente spettante.

Chi rientra nel calcolo errato

Tale errato calcolo ha riguardato tutto il personale del Corpo delle Capitanerie di Porto ed il personale dell’Esercito la cui iniziale del Codice Fiscale è ricompresa tra “Q” e “Z”.

Il provvedimento dello Stato Maggiore della Difesa

Lo Stato Maggiore della Difesa nel prendere atto della situazione ed al fine di mitigare il disagio per gli amministrati ha avviato con immediatezza le opportune interlocuzioni con il MEF. Ed in tale quadro, lo Stato Maggiore della Difesa, di concerto con il MEF, ha deciso di erogare, comunque le tredicesime al fine di minimizzare il disagio che potrebbe derivare da un ricalcolo generale. Il conguaglio della Tredicesima mensilità sarà effettuato con l’emissione di un cedolino straordinario entro il 28 dicembre 2022.

A quanto ammonta l’errore di calcolo

L’errore di calcolo è di circa il 7% sul totale della tredicesima. Il personale interessato sarà informato direttamente della problematica attraverso una email istituzionale.

error: ll Contenuto è protetto