Militari, delega sindacale: Facciamo un po’ di chiarezza

Il sindacato SIAMO Esercito ha diramato una nota per spiegare come funziona il pagamento della delega sindacale. In particolare, sono illustrate le modalità di pagamento della quota associativa e come viene calcolato l’importo.

Con l’avvio dell’attività sindacale da parte delle Organizzazioni Sindacali Militari, giungono spesso richieste di chiarimenti da parte dei colleghi già iscritti e non, sulle modalità e gli importi con cui saranno effettuate le relative trattenute mensili a seguito di rilascio di apposita delega sindacale.

Facciamo allora un po’ di chiarezza…

Al riguardo, l’art. 7, comma 4 della legge 28 aprile 2022, n.46 ha previsto che le modalità di versamento alle Organizzazioni Sindacali Militari delle trattenute sulla retribuzione siano stabilite da apposito Decreto Ministeriale. A tale provvedimento, emesso in data 26 luglio 2022, hanno fatto seguito anche alcune comunicazioni da parte dei vertici di Forza Armata e Interforze con le quali, tra i vari aspetti, è stato chiarito che:

  • la nozione di “stipendio” da assumere quale base di calcolo della trattenuta deve intendersi riferita a tutti[1] gli emolumenti fissi e continuativi netti in analogia a quanto praticato da altre Amministrazioni del Comparto e non può essere, per legge, inferiore allo 0,5% di tali somme e applicato per 12 o 13 mensilità. Qualora venissero sottoscritte deleghe che garantissero una trattenuta inferiore, queste non sarebbero ritenute valide ai fini del calcolo della cosiddetta rappresentatività dell’Organizzazione. In parole povere il “sindacato” non sarebbe riconosciuto e non potrebbe poi difendere i diritti dei propri iscritti;
  • la delega viene riconosciuta e quindi applicata dagli organi amministrativi competenti per ciascuna Forza Armata sulle competenze mensili degli aderenti, solo se l’iscrizione è avvenuta a favore di una Organizzazione iscritta, ai sensi dell’articolo 3, comma 1, della legge, nell’apposito albo istituito presso il Ministero della Difesa; albo nel quale il SIAMO Esercito risulta regolarmente iscritto dal 15 Novembre scorso, quale prima associazione professionale a carattere sindacale dell’Esercito Italiano;
  • la revoca della delega è trasmessa in forma scritta, tramite PEC o raccomandata A/R direttamente a cura dell’interessato all’articolazione amministrativa individuata dalla F.A. e all’associazione;
  • non può aderire il personale che riveste la qualifica di “allievo”. Tale limitazione si riferisce agli allievi delle Scuole militari, allievi Marescialli, agli allievi Ufficiali e VFP-1 nel periodo di frequenza del corso di formazione di base presso i RAV.

“Verifica quali sono le associazioni sindacali già iscritte all’albo”

https://www.difesa.it/Content/Associazioni_professionali_militari/Pagine/default.aspx

Al riguardo, il Direttivo del SIAMO Esercito, fatte le opportune valutazioni in merito ed al fine di venire incontro a tutto il personale, seppur nel rispetto della norma, ha deciso, a decorrere dal prossimo anno, di applicare la percentuale minima prevista e per il numero di 12 mensilità, escludendo quindi la tredicesima.

Fatta la dovuta chiarezza su questi aspetti, questa O.S. invita tutto il personale interessato a scegliere con la massima serenità l’organizzazione che reputa possa rappresentarlo al meglio ma con la consapevolezza e la dovuta attenzione nel verificare che presenti tutti i requisiti imposti dalla normativa vigente.

[1] Da Gen. di C.A. a Magg. sulle seguenti voci: Stipendio tabellare (comprensivo di classi e scatti), indennità Integrativa Speciale, Assegno Pensionabile, Indennità fondamentale impiego operativa, Indennità dirigenziale/di posizione, Benefici Economici ex Art. 1801 Dlgs. 66/2010.  Da Cap. a Graduato: Stipendio tabellare e Indennità Integrativa Speciale conglobata, Retribuzione individuale di anzianità, Indennità di vacanza contrattuale, Importo aggiuntivo pensionabile, Assegno Funzionale Pensionabile/Assegno Funzionale +10 (art. 10 co. 11 D.Lgs. n. 94/2017), Indennità fondamentale impiego operativa, Benefici Economici ex Art. 1801 Dlgs. 66/2010. Ufficiali in Ferma Prefissata: Stipendio tabellare e Indennità Integrativa Speciale conglobata, Indennità di vacanza contrattuale, Importo aggiuntivo pensionabile, Indennità fondamentale operativa. Personale in Ferma Prefissata (esclusi gli allievi delle scuole): Paga giornaliera, indennità fondamentale impiego operativa. Personale in ausiliaria: Pensione provvisoria, Indennità di ausiliaria ex art. 1870 Dlgs. 66/2010.

error: ll Contenuto è protetto