Mattarella scrive al Generale Luzi “Profondamente scosso per la tragedia”. Crosetto, “Questi eventi non dovranno più accadere”

“Sono profondamente scosso e rattristato dalle notizie dei tragici fatti nei quali, presso la Stazione Carabinieri di Asso, è rimasto ucciso il Luogotenente Carica Speciale dei Carabinieri Doriano Furceri e ferito uno dei militari intervenuti”. Lo scrive il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in un messaggio al Comandante Generale dell’Arma, Teo Luzi. “In questa triste circostanza – aggiunge -, nell’esprimere la mia vicinanza all’Arma, La prego di far giungere i miei sentimenti di partecipe e solidale cordoglio ai familiari del Luogotenente Furceri e gli auguri di pronto ristabilimento al Carabiniere colpito”.

Anche la premier Giorgia Meloni dice: “Sono rimasta profondamente colpita dalla notizia della tragica scomparsa presso la stazione dei Carabinieri di Asso del luogotenente carica speciale Doriano Furceri”. Sui social aggiunge: “Alla famiglia, ai suoi cari e all’Arma dei Carabinieri giunga il cordoglio e la vicinanza del governo. Al carabiniere del Gruppo intervento speciale rimasto ferito rivolgiamo i migliori auguri di pronta guarigione”.

LEGGI ANCHE Chi era Doriano Furceri, il comandante dei Carabinieri ucciso dal brigadiere ad Asso

Crosetto: grande dolore per la scomparsa del luogotenente dell’arma dei carabinieri Doriano Furceri

“E’ grande il mio dolore e quello della “famiglia della Difesa” per la tragica scomparsa del Luogotenente dei Carabinieri Doriano Furceri. Alla moglie e ai figli va un abbraccio fortissimo, a testimonianza del profondo sentimento di cordoglio, le mie condoglianze e la promessa che non saranno lasciati soli. All’Arma ed a tutti i suoi colleghi giunga la testimonianza della mia vicinanza, del profondo rispetto per il loro lavoro e della tristezza per quanto accaduto”

“Ho appena sentito il Generale Teo Luzi, Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri, per porgere le condoglianze a nome della Difesa. Ho chiamato, inoltre, il Comandante del GIS e il Carabiniere rimasto ferito nel corso dell’operazione di questa notte per augurargli una pronta guarigione”.

“Questi eventi non dovranno più accadere” così ha affermato in conclusione il Ministro.

Carabiniere ucciso ad Asso, in paese una fiaccolata dopo la tragedia

Questa sera ad Asso si terrà una fiaccolata, a cui parteciperà anche il parroco, in solidarietà alle due famiglie coinvolte, quella dell’omicida e della vittima, e in segno di “riconoscimento” della dedizione al lavoro e dell’umanità del luogotenente ucciso.

Lo ha spiegato il sindaco del paese del Comasco, Tiziano Aceti, che ha espresso lo sconcerto della sua comunità. “Furceri era un punto di riferimento, un esempio sul lavoro – ha detto Aceti -. Per quanto riguarda Milia, solo lui può essere in grado di spiegare che cosa ha fatto. Ora dobbiamo affrontare la tragedia di due famiglie”.

error: ll Contenuto è protetto