MANOVRA, M5S: NEL SETTORE DIFESA FINALMENTE DISCONTINUITA’ CON PASSATO

 “Anteporre il bene comune all’interesse di partito. Per ciò che riguarda il comparto della difesa, questo spirito si è materializzato, con proposte unitarie che hanno integrato e reso più cogenti gli interventi in un settore così fondamentale per il Paese”. Lo ha affermato intervenendo in aula a Montecitorio nel dibattito generale sulla legge di Bilancio, il deputato Giovanni Luca Aresta capogruppo del MoVimento 5 Stelle in commissione Difesa.

“Già nella sua versione originaria – ha continuato – gli interventi proposti con il disegno di legge di Bilancio per l’anno 2021 investivano una pluralità di ambiti di interesse con particolare riferimento al personale, al controllo del territorio, all’operatività dello strumento militare, al finanziamento delle missioni internazionali e alle modalità di gestione della spesa relativa alla difesa nazionale. Su questa intelaiatura la Camera è stata capace di proporre modifiche che hanno irrobustito la manovra di Bilancio”, ha aggiunto il deputato.

“Noi, come MoVimento 5 Stelle, rivendichiamo misure importanti come l’assunzione del personale civile della Difesa e l’aumento della loro indennità sbloccando così una situazione congelata da anni. Con questa legge di Bilancio andiamo finalmente in discontinuità con il passato, un segnale di cambiamento per la componente civile e militare che indica che la strada intrapresa è quella giusta”, conclude la nota.

Commenti Facebook

Lascia un commento

error: Content is protected !!