Lutto in Polizia: scomparso a 46 anni il ‘poliziotto scrittore’ Daniele Scasseddu

E’scomparso a 46 anni Daniele Scasseddu, il ‘poliziotto scrittore’ in forza all’organico della Questura di Pisa. Era l’autore di due libri, ambientati proprio nella città della Torre, ‘Hima’ e ‘L’anello avanti e i serpenti alle spalle’. Originario di Taranto, si era da anni stabilito a San Giuliano Terme con moglie e figlio. Fatale la malattia contro cui stava lottando.

“Con passione ed entusiasmo – lo ricorda l’editore di DreamBook Edizioni Stefano Mecenate – ha iniziato a percorrere la via della scrittura con due thriller ambientati a Pisa pubblicati con dreamBook edizioni. La sua attività di agente di polizia di Stato lo ha reso ancora più consapevole dell’importanza che può avere la scrittura specie nei giovani e in questi due romanzi ha messo in evidenza il pericolo del web e dei suoi lati oscuri come il dark web. Resteranno i suoi libri a farlo conoscere a chi non ha avuto l’opportunità di farlo e a ricordarlo a coloro che invece ne hanno condiviso la sua vita professionale ed artistica. Ho perduto un amico prima che un autore”.

Fanno pensare le parole che lo stesso Daniele ha scritto su Facebook nella data del suo compleanno, il 7 agosto, di un anno fa: “E sono 45. Oggi è una giornata particolare perché tante cose sono capitate in quest’ultimo anno e non tutte positive anzi, ma ho deciso di essere più forte di tutto, portare avanti i miei obbiettivi e cullare i miei sogni. Oggi mi sento davvero più maturo e non solo per questa nuova primavera, so di avere una grande responsabilità nei confronti di tante persone che contano su di me e io prego solo Dio di darmi la forza e la salute di lottare sempre fortissimamente come ho sempre fatto contro le difficoltà che serviranno a insegnarmi quanto sia bello essere fieri di sé stessi, di poter orgogliosamente affermare di essersi conquistato tutto senza aiuti esterni e di essere rimasto semplice come quella persona che vedo allo specchio ogni mattina. Oggi è un giorno particolare ma è come se fosse un giorno qualunque al tempo stesso, perché la mia fortuna è di ritrovare la serenità nel quotidiano e spero davvero che le cose continuino così. Un grazie infinito alle persone che privatamente hanno avuto un pensiero per me, sono davvero grato”.

error: ll Contenuto è protetto