LOTTA AL TERRORISMO: MINISTRO DELLA DIFESA, “IL C.A.S.A. E’ UNO STRUMENTO IMPORTANTE CHE SUGGERIAMO ALL’EUROPA”

Riportiamo le dichiarazioni del ministro della Difesa Roberta Pinotti rese durante una visita al palazzo ducale di Genova: “L’Italia sta lavorando con molta attenzione sapendo che nessun paese è a rischio zero. Noi lavoriamo per la prevenzione” ha dichiarato Pinotti. “Esiste uno strumento importante che suggeriamo anche a livello europeo che si chiama C.a.s.a, che significa Centro analisi strategico antiterrorismo. Quest’organo si riunisce di norma una volta alla settimana tutti coloro che a diversi livelli possono avere valutazioni sul terrorismo, ma anche l’attenzione dei cittadini è uno strumento in più per aumentare la prevenzione”. Per il ministro tuttavia il fenomeno del terrorismo non è solo da affrontare sul piano dell’intelligence e dell’ordine pubblico, e in questo senso ricorda come a Roma si “una Commissione voluta dal premier e coordinata attraverso i nostri Servizi che mette insieme studiosi, analisti, giornalisti esperti e magistrati perchè il fenomeno non e soltanto di ordine pubblico”.

Per un approfondimento vi riportiamo la struttura del C.A.S.A. menzionato dal ministro Pinotti.

Il Comitato di Analisi Strategica Antiterrorismo (C.A.S.A.) è un tavolo permanente tra polizia giudiziaria e servizi di intelligence ed importante strumento, a livello nazionale, di condivisione e valutazione delle informazioni relative alla minaccia terroristica interna ed internazionale.

E’ stato formalmente costituito, dopo una fase sperimentale (dicembre 2003 – maggio 2004), il 6 maggio 2004 con decreto del Ministro dell’Interno avente ad oggetto il Piano Nazionale per la gestione di eventi di natura terroristica nonché le modalità di funzionamento dell’Unità di Crisi.

Detto organismo è composto dal Direttore Centrale della Polizia di Prevenzione, con la funzione di Presidente, e da ufficiali e/o direttori di rango superiore del Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri, da un Rappresentante del DIS, dal Capo Reparto responsabile dell’Ufficio dell’AISI, dal Capo Reparto Direttore del competente Ufficio dell’AISI.