L’Arma dei Carabinieri sceglie Suzuki Jimny e Ignis

Suzuki ha comunicato che l’Arma dei Carabinieri ha scelto di utilizzare una piccola flotta di Suzuki JIMNY e IGNIS sia in strada che, anche e soprattutto, in quelle zone in cui è strategicamente importante una mobilità su fondi accidentati e a bassa aderenza.LEGGI ANCHE I vigili multano…i poliziotti. E a Genova scoppia la polemica

L’allestimento Carabinieri di JIMNY prevede, innanzitutto, la tipica livrea bicolore, con la carrozzeria riverniciata nel classico Blu Arma con tetto bianco. Su di esso sono montati due lampeggianti blu con tecnologia LED provvisti anche della funzione di luci di crociera e un faro di ricerca a luce bianca, comandabile sia dall’interno sia dall’esterno della vettura.

LEGGI ANCHE Trenta: “Mio marito ha presentato rinuncia per l’alloggio, traslocheremo

La sirena bitonale trova, invece, posto sotto il cofano e sempre nella zona frontale sono alloggiati due nano segnalatori a LED da incasso di colore blu, con funzioni a loro volta di lampeggio e di luci di crociera. Tutti i comandi retroilluminati di questi dispositivi sono montati al centro della plancia, in posizione raggiungibile da entrambi gli occupanti dei sedili anteriori. All’interno spiccano, inoltre, robusti tappetini in gomma e due supporti per le armi d’ordinanza, con blocco a chiave.

LEGGI ANCHE Appuntato “irrispettoso” in gruppo whatsapp, punito dal superiore. “Gerarchia militare richiede sempre e comunque il rispetto del grado”

Le 55 Ignis che indossano la divisa sono in versione 1.2 DUALJET, quindi con motore ad iniezione diretta aiutato dal sistema Suzuki Hybrid. Ovviamente sono presenti tutti gli ausili di guida già solitamente di serie, come la frenata automatica d’emergenza, il mantenitore di corsia e il sistema anti colpo di sonno. Una trazione sicura in caso di pioggia, neve o fango sulla strada è assicurata dal sistema 4×4 AllGrip AUTO.

Commenti Facebook

Lascia un commento

error: Content is protected !!