Ladro prende a pugni carabiniere libero dal servizio, arrestato dopo lungo inseguimento

Stava tentando di forzare la serratura di un’automobile con uno “spadino” a Mergellina quando è stato sorpreso da un carabiniere libero dal servizio; non si è arreso, ha colpito il militare al volto ed ha tentato la fuga, ma è stato bloccato dopo un inseguimento. In manette, con l’accusa di tentato furto e di resistenza, il 59enne di Quarto (Napoli) Luciano Proietti, già noto alle forze dell’ordine.

LEGGI ANCHE  Insegue un auto fino a tamponarla, picchia il marito della conducente arrivato in aiuto e morde la mano di un carabiniere

L’uomo è stato notato mentre armeggiava sulla portiera di un’automobile lungo il corso Vittorio Emanuele, nei pressi della stazione ferroviaria di Mergellina, nel pomeriggio di ieri, 18 dicembre, mentre la strada era ancora trafficata. Il carabiniere si è avvicinato, si è accorto del tentativo di scasso in atto e si è qualificato; in tutta risposta il 59enne lo ha aggredito all’improvviso, sferrandogli due pugni al volto, ed ha cominciato a scappare. Il carabiniere si è lanciato all’inseguimento e, telefono alla mano, ha allertato i colleghi del 112 e li ha aggiornati in tempo reale, fornendo indicazioni sull’accaduto e sulla via di fuga del malvivente.

La segnalazione è stata girata alle “gazzelle” in zona, che hanno raggiunto il posto in supporto e individuato la coppia. La corsa si è conclusa in via Giordano Bruno, dove Proietti è stato bloccato dal carabiniere, che gli era rimasto alle calcagna per tutto il tempo durante la fuga, e da un motociclista del Nucleo Radiomobile di Napoli intervenuto in ausilio. L’arnese da scasso è stato rinvenuto e sequestrato, per il 59enne si sono aperte le porte del carcere in attesa del processo; il carabiniere è stato medicato dopo l’intervento.

error: ll Contenuto è protetto