“LA CACCIA È APERTA” SAS IN IRAQ CON ‘KILL LIST’ DI 200 JIHADISTI

Le forze speciali britanniche in Iraq hanno consegnato una lista di 200 jihadisti da uccidere prima che di tentino il ritorno in Gran Bretagna.

Soldati SAS “Useranno qualsiasi mezzo possibile” per uccidere o catturare i militanti,  è quanto scrive Ben Kentish per l’indipendent.

Il giornale ha citato una fonte della difesa di alto livello riferendo che: “Una killing list è stato elaborata e contiene i nomi di centinaia di persone molto cattive. Molti di loro provengono dal Regno Unito. La caccia d’ora in poi è agli islamisti britannici”.

“Questa è la sfida che abbiamo di fronte.  La cooperazione internazionale è necessaria perché si tratta di un problema globale “.

Le stime suggeriscono che ci potrebbero essere fino a 700 jihadisti britannici ancora in lotta per Iside in Iraq e la Siria. La lista dei risultati SAS si concentra sui 200 membri più anziani che rappresentano una minaccia diretta per il Regno Unito. Una particolare segnalazione è rivolta ad almeno 12 bombe-maker che hanno studiato l’elettronica nelle università britanniche prima di fuggire verso il Medio Oriente per unirsi ad Iside e altri gruppi terroristici.

Le fonti riferiscono che ai soldati SAS è stato conferita la missione di uccidere o catturare gli operativi Isis e potrebbe essere la più importante operazione nella storia di 75 anni del reggimento.

Le squadre di soldati specializzati hanno base presso la sede della US Joint Special Operations Command nei pressi di Baghdad. Fino a 100 membri delle forze speciali della Gran Bretagna sono operativi in Iraq ed in Siria per combattere la minaccia di jihadisti  che lavorano con Iside.

Commenti Facebook

Leave a Reply

error: Content is protected !!