“Io sono contro la pena di morte, ma un infame che ammazza un uomo, un Carabiniere, che sta facendo il suo lavoro, non merita di uscire di galera fino alla fine dei suoi giorni”. Così su facebook il ministro dell’Interno Matteo Salvini

“Io sono contro la pena di morte, ma un infame che ammazza un uomo, un Carabiniere, che sta facendo il suo lavoro, non merita di uscire di galera fino alla fine dei suoi giorni”. Così su facebook il ministro dell’Interno Matteo Salvini, pubblicando la foto dell’arresto dell’uomo che, questa mattina, avrebbe ucciso un maresciallo dei carabinieri a Cagnano Varano, in provincia di Foggia.

Oltre al messaggio del Ministro degli Interni, ci sono quelli di Mattarella e Conte. Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, si recherà nel pomeriggio nell’ospedale Casa Sollievo della Sofferenza di San Giovanni Rotondo (Foggia) per far visita a Pasquale Casertano, il carabiniere 23enne rimasto ferito nell’agguato di Cagnano Varano in cui è morto il suo collega, il maresciallo Vincenzo Di Gennaro.

“Purtroppo oggi è una giornata di lutto perché abbiamo perso un uomo delle Istituzioni, dell’Arma, il maresciallo maggiore Di Gennaro. Qualche ora fa era rimasto ferito e poi è deceduto, mentre è rimasto ferito il carabiniere Casertano. Per fortuna mi hanno confermato che pur avendo due proiettili, uno all’addome uno al braccio, assolutamente la sua vita è salva e potrà recuperare. E’ una giornata di lutto, Casertano è celibe e anche Di Gennaro è celibe. Dobbiamo stringerci commossi ai familiari di Di Gennaro e all’intera Arma dei Carabinieri”. Dice il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte.

“Ho appreso con profondo dolore la notizia del tragico episodio di Cagnano Varano nel quale e’ rimasto ucciso il Maresciallo maggiore Vincenzo Carlo Di Gennaro e ferito il carabiniere Pasquale Casertano. In questa dolorosa circostanza desidero esprimere a lei, signor Comandante Generale, e all’Arma dei Carabinieri la mia solidale vicinanza”. Scrive il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in un messaggio inviato al Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri, Generale C.A. Giovanni Nistri.

“La prego di far pervenire ai familiari del Maresciallo Maggiore di Gennaro le espressioni della mia commossa partecipazione al loro cordoglio e al militare ferito un augurio di pronto ristabilimento”, conclude il Capo dello Stato.