INCURSORI DELLA MARINA MILITARE INSIGNITI DI DUE MEDAGLIE DI ARGENTO. ECCO LE MOTIVAZIONI

Il capitano di fregata Luigi Romagnoli del Gruppo operativo incursori (Goi) della Marina militare italiana è stato insignito oggi della Medaglia d’Argento al Valor di Marina durante la festa della forza armata.

“Nel corso di una delicatissima operazione in territorio afghano, a seguito di una imboscata ad opera di elementi ostili – si legge nella motivazione -, con grande coraggio e sprezzo del pericolo, alla testa dei suoi uomini comandava con lucida determinazione la reazione del suo Reparto, limitando l’offesa del nemico e consentendo il raggiungimento di una posizione sicura alla propria unità. Splendida figura di Ufficiale di indiscusse virtù militari e di comando, esemplare coraggio e abnegazione, che, con la sua azione, in un contesto multinazionale, ha contributo ad accrescere il prestigio del Reparto della forza armata di appartenenza e della nazione”.

Il Goi è una delle due articolazioni del Comsubin, Comando Subacquei ed Incursori, e costituisce la componente di forze speciali della Marina militare. Inoltre, anche la bandiera di Guerra del Comsubin ha ottenuto lo stesso riconoscimento, legato però a motivazioni diverse. “In occasione della complessa attività di ricerca del personale disperso a seguito del crollo della Torre piloti del porto Genova, caratterizzata da elevate difficoltà operative, scarsa visibilità e presenza di pericoli palesi e occulti – si legge nel testo – gli operatori del Gruppo Operativo Subacquei del Comando Subacquei e Incursori della Marina militare, scientemente esponendo la propria vita a manifesto pericolo, operavano fattivamente con singolare perizia e straordinario senso del dovere, riuscendo ad individuare nel cumulo di macerie tutti i dispersi, limitando così le conseguenze tragiche del grave disastro occorso e dando fulgida prova di esemplare efficienza ed eccezionale coraggio, che onora la Marina militare tutta”.

(AGV NEWS)