Il governo polacco conferma l’origine ucraina del missile caduto al confine

Un missile di difesa aerea ucraino, e non un missile russo vagante, è caduto su un villaggio vicino al confine tra Polonia e Ucraina, come ha confermato il portavoce del governo Piotr Müller.

Martedì, un missile è atterrato nel villaggio di Przewodów, nella Polonia orientale, causando la morte di due persone. Lo stesso giorno, le truppe russe hanno effettuato un grande raid missilistico in territorio ucraino. Inizialmente si riteneva che il razzo fosse stato lanciato dai russi per distruggere le infrastrutture critiche ucraine, come confermato dal ministero degli Affari Esteri polacco in una dichiarazione rilasciata dopo la mezzanotte di mercoledì, annunciando nel contempo che l’ambasciatore russo sarebbe stato convocato.

La narrazione è cambiata rapidamente, indicando che il missile poteva anche essere un elemento delle difese antiaeree ucraine in cui il meccanismo di autodistruzione non ha funzionato. Giovedì, un portavoce del governo polacco ha confermato che il missile apparteneva agli ucraini.

“I materiali raccolti dai nostri servizi e da quelli alleati indicano che il motivo di questo incidente è da ricercare nelle azioni difensive dell’Ucraina contro quelle offensive della Russia”, ha dichiarato Piotr Müller.

“La Russia interferisce illegalmente con l’integrità territoriale di un altro Paese e qui non c’è dubbio su chi abbia la responsabilità morale di questo tipo di situazione”, ha aggiunto.

Giovedì Przewodów è stata visitata dal presidente della Polonia, Andrzej Duda.

“È sicuramente un peccato che ci sia stato un incidente, assolutamente non intenzionale, ma non è che questo missile fosse puntato sulla Polonia e che quindi questo potesse essere considerato come un attacco al Paese”, ha osservato il presidente.

“C’è una guerra in corso al di là del nostro confine, la Russia ha lanciato diverse centinaia di missili contro l’Ucraina, che si è difesa. Nel corso di queste azioni, purtroppo, è successo quello che è successo. Nessuno voleva fare del male alla Polonia, tanto meno privare qualcuno della vita”, ha spiegato Duda.

La notizia che la Polonia è stata colpita da un missile ucraino è stata smentita sia da Kiev che dal Presidente ucraino Volodymyr Zelenskyy, sottolineando che il missile doveva essere russo.

error: ll Contenuto è protetto