Il Generale Pappalardo torna in campo e si candida alla Presidenza della Regione Umbria. La Difesa gli ha sospeso il grado per 12 mesi

Alla lunga e spesso travagliata storia politica di Antonio Pappalardo va aggiunto un altro capitolo: il generale dei carabinieri in pensione ha deciso di candidarsi alla presidenza della Regione e presenterà la sua corsa oggi a Perugia, alla sala della Vaccara, a partire dalle 10.

Con lui tre liste: Forza Centro, Movimento gilet arancioni e L’Umbria nel cuore; pronto anche il programma «politico, sociale ed economico per la Regione Umbria, sintetizzato in 32 punti i cui contenuti saranno riportati in decreti legislativi regionali». 

Ricordiamo che ad Ottobre 2018 Il Ministro della Difesa Elisabetta Trenta ha irrogato la sanzione della sospensione per 12 mesi dal grado di Generale ad Antonio Pappalardo, su proposta dell’ex Comandante Generale dell’Arma dei carabinieri Tullio Del Sette.

A determinare tale provvedimento l’aver svolto alcuni interventi politici nella veste di leader e fondatore del Movimento Liberazione Italia e di Presidente del sindacato Scudo Carabinieri, senza avere precisato di non essere più in servizio, (da oltre 12 anni).