I carabinieri vengono a prenderlo per rimpatriarlo, lui tenta di ucciderli a coltellate

I carabinieri si presentano a casa sua per rimpatriarlo, e lui tenta di ucciderli con un grosso coltello da cucina afferrato al momento. È successo a Montù Beccaria, in provincia di Pavia. L’autore del tentato omicidio è un marocchino di 53 anni, con tanti precedenti, che aveva appena ricevuto un decreto di espulsione dall’Italia da parte del questore di Torino: le forze dell’ordine si trovavano lì, a casa sua, per prenderlo e accompagnarlo proprio in questura, da dove poi sarebbe stato accompagnato in un centro di permanenza per il rimpatrio.

Il coltello da cucina

Ma il 53enne, alla vista dei militari, ha impugnato un grosso coltello da cucina e li ha minacciati di morte. Subito dopo ha tentato di colpirli sferrando più e più fendenti, senza però riuscire nell’intento. I carabinieri, dopo una lunga colluttazione, lo hanno disarmato. Nessuna delle parti è rimasta ferita. Il 53enne è stato quindi arrestato ma, anziché in questura con destinazione Cpr, è stato portato in carcere: risponde di resistenza a pubblico ufficiale e tentato omicidio.

Commenti Facebook
error: Content is protected !!