GLI IDONEI AL CONCORSO DI POLIZIA AL GOVERNO: «ASSUMETECI TUTTI»

Al concorso per 650 allievi agenti di Polizia sono
risultati idonei 938 candidati, che chiedono l’immissione in ruolo. L’obiettivo
va al di là della conquista di un lavoro. Gli idonei vogliono contribuire ad
aumentare il livello di sicurezza nel Paese. 

«Combattiamo il terrorismo islamico, la criminalità organizzata e ci
prepariamo a fronteggiare i diversi impegni a cui è chiamato il nostro Paese
facendo tagli lineari sulla sicurezza e sugli organici della Polizia di Stato.
Diciottomila uomini in meno nella sola Polizia di Stato e quarantamila in tutte
le Forze dell’Ordine, 251 presidi pronti ad essere chiusi: questi sono i
numeri, drammatici, che noi da idonei ad indossare la divisa della Polizia di
Stato e da cittadini Italiani vogliamo segnalarvi.Siamo 938 idonei, tutti
con il massimo del punteggio, per 650 posti disponibili. Il nostro arruolamento
sarebbe dovuto avvenire entro il 2014 ma il Governo lo ha posticipato al 2015
.
Dopo aver sostenuto importanti spese di natura economica e aver investito tanto
tempo ed energie per arrivare ad ottenere la idoneità da parte del Ministero
dell’Interno,siamo ancora parcheggiati a casa».
«Tutto ebbe inizio a marzo 2014, quando venne pubblicato il bando di
concorso e noi aspiranti allievi agenti presentammo la domanda di
partecipazione. A maggio ci convocarono per sostenere la prova preselettiva
(quiz di cultura generale con 80 domande a risposta multipla) in diverse sedi
di Italia, e alla prova preliminare del concorso parteciparono circa 15mila
ragazzi».
«A causa di un errore della società che ha preparato i test da
somministrare per la prova preliminare, oltre mille persone sono state chiamate
per la reiterazione di tale prova preliminare, ovviamente con un dispendio di
tempo – e soprattutto di soldi – causato da un errore commesso
dall’amministrazione che ha organizzato il concorso. Superata questa fase, sono
state giudicate idonee alla prova preliminare 1.436 persone».
«Gli idonei sono stati, quindi, convocati per sostenere le successive prove
a completamento dell’iter concorsuale (prove di efficienza fisica, visite
mediche ed esami psicoattitudinali), dal 14 luglio al 18 settembre 2014 presso
il Centro polifunzionale – scuola tecnica di Polizia di Spinaceto. Al termine
delle fasi concorsuali, la graduatoria finale conta 938 idonei. Nel decreto
legge n. 90 del 2014 è specificato che il concorso in oggetto (650 allievi
agenti della Polizia di Stato) usufruirà dei residui fondi per gli anni 2014 e
2015.

Le assunzioni in Polizia di Stato sono bloccate fino al 1° dicembre 2015,
tranne per il nostro caso, infatti abbiamo decorrenza giuridica fissata per il
1 gennaio 2015
.

A fronte dei circa 3mila poliziotti che andranno in pensione nel 2015 e a
fronte del turn over al 55% (ma che dal 2015 potrebbe essere elevato al 70%), considerando
che fino al 1° dicembre prossimo le assunzioni sono bloccate tranne per il
nostro concorso, come pensano di garantire gli adeguati servizi di prevenzione
e controllo senza uomini e come fanno a non arruolarci tutti? Sarebbe
impensabile e quasi ridicolo se, a fronte di quello che sta succedendo e che
potrebbe succedere nel nostro Paese, il Governo non assumesse tutto il
personale immediatamente disponibile, senza dover spendere ulteriore soldi per
bandire nuovi concorsi ed aspettare almeno un anno, affinché si concluda un
eventuale iter concorsuale».

Da qui la richiesta: «Noi siamo tutti pronti e arruolabili
immediatamente. Spero possiate sposare la nostra causa e darci una mano
affinché si realizzi quello per cui stiamo lottando! La nostra speranza è che
il Governo e l’Amministrazione capiscano il bisogno di maggiore sicurezza che
vi è nel nostro Paese e la necessità di avere più personale e, per l’appunto,
decidano di assumerci tutti!
».

Leave a Reply

error: Content is protected !!