GENERALE GUIDO CONTI TROVATO SENZA VITA NELLA SUA AUTO

Guido Conti, generale della Forestale e di recente passato con un ruolo di dirigente all’azienda energetica Total, è stato trovato morto questa sera nella propria auto. Originario di Sulmona, 58 anni, Conti non dava più notizie di sè da questa mattina e i parenti _ la sorella Silvia è comandante della polizia stradale di Pescara _ avevano iniziato a  preoccuparsi  nel primo pomeriggio. Nella tarda serata il ritrovamento del corpo nell’auto ferma in una strada vicino a Pacentro. Da chiarire le cause della morte. Secondo indiscrezioni sembra che sulla smart ci fossero anche le pistole d’ordinanza. Conti era scomparso da questa mattina. Il ritrovamento nel pomeriggio da parte dei suoi ex colleghi nei pressi di Pacentro. L’uomo aveva 58 anni ed una brillante carriera alle spalle. Per questo è un gesto tanto estremo risulta a quanti lo conoscevano di difficile comprensione.

Guido Conti ha diretto ogni tipo di reparto nel Corpo forestale dello Stato. E’ stato infatti Comandante distrettuale ad Avezzano e Sulmona, Capo del Nucleo Investigativo dell’Aquila, comandante provinciale di Pescara, comandante regionale dell’Umbria, coordinatore del Parco Velino Sirente, docente e comandante Battaglione allievi nelle Scuole di Cittaducale e Sabaudia. E’ stato nominato Commendatore della Repubblica a 48 anni, per meriti speciali, e primo Ufficiale C.F.S. premiato da Legambiente con il premio Ambiente e Legalità.
Autore di numerose pubblicazioni tecniche è insegnante di materie giuridiche presso le scuole del CFS. Sue le inchieste della mega discarica più grande d’Europa a Bussi e dell’acqua avvelenata, l’inchiesta “Mare Monti” sulle strade fantasma in Abruzzo e l’inchiesta sul G8 all’Aquila e Roma oltre che l’inchiesta “Cabina di Regia” che portò all’arresto tra gli altri dell’ex presidente del Consiglio regionale d’Abruzzo.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.