Furto in villa, folle fuga in Suv. Carabiniere spara e ferisce un ladro. Arrestati, uno già libero

L’assalto ad una villetta bifamiliare a Bagnolo Mella, poi il tentativo di fuga e la sparatoria con i carabinieri. Attimi di paura venerdì pomeriggio verso le 17.30, quando i militari sono intervenuti a seguito di un furto messo a segno nell’abitazione di una vedova, fuori casa al momento del blitz. La banda – formata da 4 malviventi – è stata però notata da un vicino, che ha subito dato l’allarme.

Il suv Bmw con targhe rubate su cui erano saliti due dei quattro banditi (gli altri sono scappati a piedi) – secondo quanto riporta la Redazione di Brescia Today – è stato intercettato da una pattuglia della stazione di Ghedi. E’ così iniziato un folle inseguimento a tutta velocità, continuato nelle campagne tra Poncarale e Bagnolo. I ladri hanno finito per tamponare un’altra auto: i due banditi – una coppia di serbi – a quel punto hanno cercato di scappare a piedi, ma sono stati raggiunti e arrestati dai carabinieri, i quali hanno esploso anche un colpo di pistola, ferendone di striscio uno alla gamba. Si tratta di un 22enne poi medicato all’ospedale Civile, dimesso dopo le cure e arrestato insieme al complice di 32 anni. Sono accusati di furto aggravato, ricettazione e resistenza a pubblico ufficiale.

Sabato gli arresti sono stati convalidati dal giudice. Il 20enne se l’è cavata con il fermo in stato di libertà: per lui obbligo di firma alla questura di Napoli e divieto di dimora in provincia di Brescia, mentre il 32enne resterà in carcere, visti i suoi precedenti per furto e rapina. I militari stanno continuando le indagini per cercare di identificare gli altri due banditi che, scappando a piedi, sono riusciti a far perdere le proprie tracce.