FALLITO L’ESTREMO TENTATIVO PER NON FAR SVOLGERE LE ELEZIONI DEL COCER ESERCITO.

“A Roberto Congedi e Giusy Librizzi , ex delegati del Cocer Esercito, cat. B, vanno i miei complimenti per il fantastico risultato ottenuto per tentare di fermare le elezioni dl Cocer che si svolgeranno domani mattina presso lo stato maggiore dell’Esercito. Il capo di stato maggiore Danilo Errico e il Generale Claudio Graziano, con la Pinotti, continuano a tacere …” 

Questo è il messaggio che Luca Marco Comellini, segretario del partito per la tutela dei diritti di militari e Forze di polizia (Pdm) ha scritto sul suo profilo facebook per commentare la notizia del fallito tentativo di fermare la procedura per lo svolgimento delle elezioni che domani designeranno i quattro nuovi delegati della categoria “B” del Cocer , sez. Esercito.

Le nuove elezioni erano state disposte lo scorso mese di agosto dai vertici della’Esercito a seguito dell’annullamento di quelle svoltesi nel 2012 cassate dal Consiglio di Stato con l’accoglimento del ricorso straordinario presentato all’epoca dal maresciallo Alessandro Mosti e recepito dal Presidente della Repubblica con il d.P.R. 656 dello scorso 18 aprile 2016.

“Domani – ha spiegato Comellini alla redazione di InfoDifesa – si svolgeranno le elezioni per eleggere i nuovi quattro membri del Cocer. Adesso quindi la parola passa agli elettori che dovranno decidere se mandare definitivamente a casa chi venne illegittimamente eletto con quelle elezioni, che di fatto sono poi risultate viziate e sulle cui modalità di svolgimento io stesso ho fatto una denuncia alle autorità giudiziarie. Mi auguro che i militari chiamato al voto domai daranno convintamente la loro fiducia a chi dopo oltre quattro anni ha permesso che venisse ripristinata la legalità all’interno di una istituzione che per tutto questo tempo – ha concluso  – ha preferito voltarsi dall’altra parte.”

Ecco i testi dei due Decreti pronunciati dal Presidente del Tribunale Amministrativo:

N. 05161/2016 REG.PROV.CAU.

N. 09644/2016 REG.RIC.

REPUBBLICA ITALIANA

Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio

(Sezione Prima Bis)

Il Presidente

ha pronunciato il presente

DECRETO

sul ricorso numero di registro generale 9644 del 2016, proposto da:
Giusy Librizzi, rappresentato e difeso dagli avvocati Andrea Di Leo C.F. DLINDR82P27H501H, Federico Mazzella C.F. MZZFRC76C13H501H, con domicilio eletto presso Federico Mazzella in Roma, Lung.Tevere Raffaello Sanzio, 1; 

contro

Ministero della Difesa, Stato Maggiore Esercito non costituiti in giudizio; 

nei confronti di

Alessandro Mosti, Giuseppe Pesciaioli, Salvatore Miccicche’ non costituiti in giudizio; 

per l’annullamento

previa sospensione dell’efficacia,

del decreto del presidente della repubblica n. 656 del 18.4.16 inerente alle operazioni di voto svoltesi l’11.7.12 per l’elezione dei membri del co.cer.

Visti il ricorso e i relativi allegati;

Vista l’istanza ex art.56 C.p.a. acclusa al ricorso introduttivo del gravame e rilevato che la che quest’ultimo risulta:

essere stato, in data 02.9.2016, consegnato al Servizio postale per la notificazione alla Parti Pubbliche e ai contro interessati intimati nonché notificato, a mezzo fax, all’Avvocatura generale dello Stato nella stessa data;

depositato il successivo 03.9.2016;

Considerato pertanto, che non è stata fornita prova del perfezionamento della notificazione del gravame in questione nei confronti di almeno un contro interessato intimato: circostanza, quest’ultima, debitamente prescritta dall’art. 56, comma 2 C.p.a. e la cui omissione non consente, allo stato, lo scrutinio dell’istanza di misure cautelari monocratiche in parola;

P.Q.M.

Respinge, per le ragioni declinate in parte motiva, l’istanza di misure cautelari monocratiche di cui in premessa e – salvo e impregiudicato il rispetto dei termini di cui all’art.55 c. 5 del C.p.a. fissa, per la trattazione dell’istanza di misure cautelari collegiali parimenti azionata, la camera di consiglio del 28.9.2016.

Il presente decreto sarà eseguito dall’Amministrazione ed è depositato presso la Segreteria del Tribunale che provvederà a darne comunicazione alle parti.

Così deciso in Roma il giorno 5 settembre 2016.
Il Presidente Pietro Morabito
IL SEGRETARIO

Pubblicato il 12/09/2016

N. 05270/2016 REG.PROV.CAU.

N. 09804/2016 REG.RIC.

REPUBBLICA ITALIANA

Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio

(Sezione Prima Bis)

Il Presidente

ha pronunciato il presente

DECRETO

sul ricorso numero di registro generale 9804 del 2016, proposto da:
Roberto Congedi, rappresentato e difeso dagli avvocati Pasquale Di Rienzo C.F. DRNPQL53E19H501N, Giovanni Castori C.F. CSTGNN52R01B114G, con domicilio eletto presso Pasquale Di Rienzo in Roma, viale G. Mazzini, 11; 

contro

Ministero della Difesa non costituito in giudizio; 

nei confronti di

Alessandro Mosti non costituito in giudizio; 

per l’annullamento

previa sospensione dell’efficacia,

nota comando per la formazione specializzazione e dottrina dell’esercito in data 05.08.2016, con la quale il ricorrente viene informatao circa la indizione di elezioni straordinarie dei rappresentanti della categoria b (marescialli della sezione esercito del cocer);

Visti il ricorso e i relativi allegati;

Vista l’istanza di misure cautelari monocratiche proposta dal ricorrente, ai sensi dell’art. 56 cod. proc. amm.;

Ritenuto che non sussistono i presupposti per l’accoglimento della suddetta istanza, avuto presente che, allo stato, risulta ancora in essere il Decreto del Presidente della Repubblica n. 656/’16, in esecuzione del quale sono stati adottati i gravati provvedimenti;

P.Q.M.

Respinge l’istanza di misure cautelari provvisorie in premessa e fissa la Camera di Consiglio del 12 ottobre 2016.

Il presente decreto sarà eseguito dall’Amministrazione ed è depositato presso la Segreteria del Tribunale che provvederà a darne comunicazione alle parti.

Così deciso in Roma il giorno 12 settembre 2016.

Il Presidente Giuseppe Sapone
IL SEGRETARIO