Dodicenne rischia di affogare tra le onde: ufficiale dei carabinieri, si lancia in mare e lo riporta a riva. Premiato

Salvò un dodicenne che stava per annegare, premiato a Firenze il tenente colonnello dei carabinieri Fabio Falco. La cerimonia si è tenuta in occasione della cerimonia che si è svolta nel salone de’ Cinquecento nel Palazzo Vecchio di Firenze, alla presenza, tra gli altri, del prefetto Valerio Valenti. Il premio viene assegnato dall’Istituto Scudi di San Martino, nato a Firenze con lo scopo di incrementare atti di solidarietà umana.

Tra i premiati, dunque, il tenente colonnello di San Donà Falco, 44 anni, oggi comandante del decimo Battaglione alla Scuola Marescialli dei Carabinieri di Firenze.

LEGGI ANCHE Finanziere chiede di essere indennizzato per aver lavorato il giorno festivo. Punito per i toni irriguardosi della richiesta

«Il 30 giugno 2021, a Piombino, in provincia di Livorno si legge nella motivazione , mentre si trovava, libero dal servizio, su un tratto di spiaggia della località Baratti, non presidiata da assistenti bagnanti, il tenente colonnello Falco notava, attirato da alcune grida d’aiuto provenienti dal mare e dalle richieste di soccorso di un anziano sul bagnasciuga, che un bambino (poi risultato un dodicenne, nipote dell’anziano sulla spiaggia) era stato trascinato al largo dalle forti correnti, non riuscendo a tornare verso riva e venendo sovrastato dalle onde.

L’ufficiale, compreso il grave pericolo che il ragazzo stava correndo, con eccezionale senso di abnegazione e generoso altruismo, non esitava a tuffarsi in mare e a esporsi egli stesso a pericolo, percorrendo un lungo tratto a nuoto, di cui almeno 30 metri caratterizzati da forti onde. Raggiunto il dodicenne, in momentaneo stato di shock, lo afferrava e riportava a riva, illeso».

error: ll Contenuto è protetto