DIFESA SERVIZI: TRASFORMARE I FARI DELLA MARINA MILITARE IN ALBERGHI DI LUSSO

Una
parte importante dell’attivita’ di Difesa Servizi e’ nel campo delle energie
rinnovabili, da cui si genera il 21% del fatturato: per la realizzazione di
grandi parchi fotovoltaici, la societa’ ha messo a disposizione 64 caserme e 10
terreni.

‘Abbiamo reso possibile la produzione di 85 MW di energia solare,
quanto basta per alimentare una citta’ di 50 mila abitanti’, dice Girometta
(amministratore delegato di Difesa servizi spa). Caserme, aeroporti militari,
fari e stazioni radio sono state messe sotto contratto con le principali
aziende di telefonia come Tim, Wind, H3G e Vodafone per l’installazione di
ripetitori di telefonia. In pratica Difesa Servizi consentira’ (a pagamento)
agli operatori di installare ripetitori su oltre 114 siti interessati: ‘Abbiamo
effettuato due gare: la prima, che ha visto la partecipazione di 4-5 compagnie,
consente l’immediato utilizzo dei siti; con la seconda – spiega
l’amministratore delegato – abbiamo assegnato a un paio di compagnie l’opzione
per il futuro utilizzo dei siti a fronte del pagamento di un canone’.
Recentemente la societa’ ha affittato una parte dello scalo di Verona al
gestore aeroportuale Catullo, impegnato in un ambizioso piano di crescita.
Infine
Difesa Servizi potrebbe presto estendere la propria attivita’ nel campo del
turismo di alto livello. ‘Pensiamo di valorizzare fino a 20 fari della Marina
Militare per trasformarli in Resort di lusso – anticipa Girometta –
sull’esempio di faro di Capo Spartivento in Sardegna’. Costruito nel 1856 dalla
Marina Militare, il faro sardo ospito’ fino agli anni ’80 la famiglia dei
faristi ed oggi e’ diventata una luxury guesthouse, aperta tutto l’anno, che
viene indicata come un esempio di recupero di architettura militare dai vertici
della Marina Italiana. Finora e’ l’unico faro d’Italia restaurato e aperto alla
ricettivita’ pubblica.

Fonte: Il sole 24 ore

Leave a Reply

error: Content is protected !!