Corda sui sindacati militari: “La sentenza della Corte Costituzionale pone dei paletti e dobbiamo rispettarli”. Gli ultimi aggiornamenti sulla iter della proposta di legge

L’on. Corda (M5S) ha dato appuntamento alle 19 su Facebook per fornire alcuni aggiornamenti sullo stato dei lavori della legge sui sindacati militari. 

La Corda ha ripercorso, in una lunga diretta che vi riproponiamo di seguito, l’excursus della legge che reca il suo nome come prima firmataria a partire dalla proposta che aveva presentato già durante la precedente legislatura. Sono state effettuate molte audizioni di tutte le parti coinvolte e nel mese di maggio partirà la fase emendativa per approdare ad un testo il più condiviso possibile.

Ci sono molti emendamenti che potranno migliorare questo testo e andrà in aula presumibilmente i primi di giugno.” Nel frattempo a chi le chiedeva un testo simile ai sindacati di polizia ha risposto “La prospettiva dei sindacati di polizia sollevata dall’Aeronautica Militare in passato non è piaciuta alle altre Forze Armate” e si è detta turbata dai comunicati di alcune neo costituite associazioni che chiedono maggiore libertà sindacale e nei quali i militari “vogliono scioperare, va bene criticare ma cerchiamo di rispettare ciascuno i primi ruoli, rispettiamo i parlamentari e le istituzioni che rappresentiamo. Non giochiamo con le parole, colgo come una minaccia portare 300mila militari in piazza.”

Sulla questione “sindacati come la Polizia” ha poi ribadito “Abbiamo un obbligo costituzionale, dobbiamo attenerci alla sentenza, parla chiaro e pone dei paletti.”

#SINDACATIMILITARI #M5S Parliamo della nostra legge; #Comeprocede #LavoriinCorso

Posted by Emanuela Corda on Tuesday, April 23, 2019

Commenti Facebook

Lascia un commento

error: Content is protected !!