Contratto Forze Armate e di Polizia: il riepilogo degli istituti economici e normativi

L’iter per il rinnovo contrattuale concludersi entro fine mese e già da maggio il personale di EsercitoAeronautica e Marina Militare e le forze di polizia potranno godere degli aumenti stipendiali e degli arretrati dell’ultimo triennio 2019-2021. Riportiamo in anteprima il riepilogo degli istituti economici e normativi previsti dal nuovo contratto elencati per l’Arma dei carabinieri ma equiparabili nei ruoli e gradi corrispondenti.

ISTITUTI ECONOMICI FISSI

Stipendio parametrale

2019 valore parametrale da € 178,05 (ultimo contratto) a € 179,30.
Il nuovo valore da diritto alla corresponsione di arretrati, al netto della vacanza contrattuale già corrisposta per il 2019, compresi tra € 71,72 (Capitano) e € 50,17 (Carabiniere).

2020 valore parametrale a € 179,50;
Il nuovo valore da diritto alla corresponsione di arretrati, al netto della vacanza contrattuale già corrisposta per il 2020, compresi tra € 33,22 (Capitano) e € 23,25 (Carabiniere).

dal 2021 valore parametrale a € 183,15;
E’ il valore a regime da applicare ai parametri stipendiali di riferimento. Oltre agli arretrati, a decorrere dal 1° gennaio 2021, determina aumenti mensili (per 13 mensilità) compresi tra € 63,96 (Capitano) e € 44,73 (Carabiniere).

Assegno una tantum

Oltre ai citati incrementi, è prevista l’attribuzione di un assegno, da corrispondere per una sola volta, pari a € 31,89 per il 2019, a € 306,07 per il 2020 e a € 46,16 per il 2021.


Indennità mensile pensionabile

I nuovi importi (+7,44%), corrispondono ad incrementi mensili compresi tra € 64,59 (Capitano) e € 39,56 (Carabiniere). Gli arretrati competono dal mese di febbraio 2021.


Incremento assegno di funzione per gradi apicali


L’assegno funzionale, storicamente legato a determinate soglie di anzianità di servizio e al grado rivestito, è incrementato, a decorrere dal 2022, di un importo pari a € 12,00 annui per il personale con il grado di Luogotenente “carica speciale”, di Brigadiere Capo, dopo quattro anni dall’attribuzione della “qualifica speciale” e di Appuntato Scelto, dopo quattro anni dall’attribuzione della “qualifica speciale”.

ISTITUTI ECONOMICI ACCESSORI

Adeguamento o incremento a decorrere dal 31 dicembre 2021 e a valere dal 2022.


fondo per l’efficienza dei servizi istituzionali (risorse residue del contratto).

Le risorse da destinare al FESI sono incrementate, a decorrere dall’anno 2022, di € 367.793.

lavoro straordinario

Incrementi medi pari a € 0,38/ora per lo straordinario feriale diurno, €.0,43/ora per quello notturno feriale/festivo diurno e € 0,50/ora per il notturno festivo.

Compenso forfetario d’impiego

Le misure del compenso sono state incrementare di € 2,00 giornaliere, per le fasce d’impiego da lunedì a venerdì e di € 4,00 per l’impiego nelle giornate di sabato, domenica e festivi.


trattamento di missione


È stato rideterminato l’importo:
– dell’indennità giornaliera di missione da € 20,45 a € 24,00;
– massimo rimborsabile per ciascun pasto fruito in missione da € 22,26 a € 30,55 (€ 61,10 per 2 pasti), allineandolo a quello già previsto per il personale dirigente.


orario di lavoro [indennità di compensazione]

L’indennità di compensazione, corrisposta allorquando, per sopravvenute esigenze di servizio, il riposo settimanale viene annullato entro le 48 ore dalla fruizione, è stata incrementata da € 8,00 a € 12,00.


indennità di rischio 

L’indennità di rischio è corrisposta agli operatori subacquei, da € 0,90 a € 4,65/ora, in relazione alla profondità massima raggiunta, al tipo di miscela e saturazione richiesta.
Compete altresì, da € 0,80 a € 2,30/giorno (in relazione all’attività e al relativo al gruppo di pertinenza), a coloro i quali svolgono particolari servizi, tra cui quelli:
– antincendio e di protezione civile, di trasporto (con autotreni/autoarticolati/mezzi fuoristrada e altri veicoli, con eventuali operazioni accessorie di carico e scarico);
– con esposizione/contatto con materiali contaminati da virus, germi patogeni o prodotti tossici del metabolismo batterico, nonché con esposizione diretta e continua a:

• particolari esplosivi, radiazioni ionizzanti, onde elettromagnetiche, raggi ultravioletti/infrarossi, sostanze chimiche/tossiche, polveri industriali, sostanze nocive, all’interno di istituti sperimentali/laboratori scientifici/di restauro;
• rumori, ultrasuoni, nonché vibrazioni per l’impiego di utensili ad aria compressa/asse flessibile;
• rischi derivanti da specifiche attività [tra cui fusione/conio dei metalli – raccolta/smaltimento di materiale stallico, concia delle pelli – bonifica/lavori in fogne, canali, sentine, pozzi, gallerie, bacini di carenaggio, terreni paludosi – uso di mezzi meccanici in attività di taglio ed esbosco – vigilanza (per il personale tecnico-specialistico) su stabilimenti/ persone, per la osservanza delle norme di prevenzione, sicurezza e igiene del lavoro e pubblica – controllo sanitario di persone, animali, piante e di prodotti animali e vegetali, nei posti di confine, porti, aeroporti aperti al traffico internazionale].


indennità di impiego operativo – aeronavigazione, volo, imbarco

È stato incrementato l’importo dell’indennità :
– supplementare mensile per incursori subacquei (dal 180% al 190% dell’indennità operativa di base);
– supplementare giornaliera di fuori sede per gli equipaggi delle motovedette d’altura (da 180% al 280% dell’indennità operativa di base, con riduzione del tempo minimo di navigazione da 8 a 4 ore);


indennità di presenza

È stato incrementato l’importo dell’indennità di presenza:
– oraria notturna, da € 4,10 a € 4,30, per l’impiego nella fascia temporale dalle 22:00 alle 06:00;
– festiva, da € 12 a € 14, per l’impiego in giorno festivo.

indennità per servizio aviolancistico

Indennità giornaliera pari a € 15,00, da corrispondere al personale che, durante lo svolgimento del servizio aviolancistico (in addestramento e operazioni), è impiegato in qualità di direttore di lancio, addetto alla sicurezza lancio, drop zone safety officer o departure airfield control.


indennità per attività di controllo del territorio delle Forze di polizia a competenza generale e in servizio permanente di pubblica sicurezza


Al personale in servizio presso:
– i Comandi Provinciali, Infraprovinciali e le Stazioni dell’organizzazione territoriale;
– i Reparti dell’organizzazione Mobile a supporto di quella territoriale;
– i Reparti per la Tutela Forestale, Ambientale e Agroalimentare,
impiegato in servizi preventivi di controllo del territorio (pattuglie, pattuglioni e perlustrazioni disimpegnati indossando esclusivamente l’uniforme prescritta dal relativo regolamento), compete per
ciascun servizio svolto nella fascia serale o notturna, e di durata non inferiore alle tre ore
continuative, un’indennità nella misura di:
– € 5,00, per ciascun servizio che abbia inizio tra le ore 18:00 e le 21:59;
– € 10,00, per ciascun servizio che abbia inizio tra le ore 22:00 e le ore 03:00.
L’indennità è riconosciuta, per i servizi svolti nelle medesime fasce orarie, al personale impiegato presso le centrali operative dell’organizzazione territoriale, nonché a quello appartenente ad altri reparti, quando impiegato a supporto dei sopra citati servizi, purché formalmente disposti nell’ambito dell’organizzazione territoriale.


indennità cybersecurity

Tale indennità è corrisposta:
– al personale impiegato nei servizi di sicurezza e protezione delle reti informatiche e telematiche dell’Arma dei Carabinieri, in possesso di qualifiche professionali nel settore cyber ed in forza presso il Centro di sicurezza telematica, le sezioni della Direzione di telematica del Comando Generale e del Polo di telematica del Centro Nazionale Amministrativo;

– nella misura pari a € 5,00 per ogni giorno di effettivo impiego nell’incarico.

indennità per il personale in servizio presso il Nucleo Carabinieri Campione d’Italia

L’indennità è:
– pari all’assegno di confine (L.425/1989), dovuto al personale del pubblico impiego che svolge servizio nei territori di confine della nazione;
– corrisposta, mensilmente, in relazione al carico familiare e alla fascia di appartenenza (grado rivestito e anzianità), per un importo da € 1.030,95 a € 2.968,87;

indennità mensile per artificieri

Indennità, pari a € 100,00/mese, corrisposta al personale specializzato artificiere, in possesso della qualifica di operatore improvised explosive device disposal (IEDD), conventional munitions disposal (CMD) o explosive ordnance disposal (EOD) ed effettivamente impiegato in relazione alla qualifica posseduta.

indennità per soccorritori alpini

È corrisposta, nella misura di € 6,00/giorno, per i servizi esterni – di durata non inferiore a tre ore – svolti dal personale abilitato al servizio di vigilanza e soccorso in montagna, impiegato in operazioni di ricerca e soccorso in zone montane e effettivo presso:
– il Centro addestramento alpino e i suoi distaccamenti;
– i Reparti di intervento montano;
– gli Squadroni eliportati cacciatori;
– le Squadre di soccorso alpino/del servizio cinofili specializzato in soccorso alpino.
La predetta indennità compete anche al personale in possesso della specializzazione alpinistica formativa per rocciatore impiegato nelle medesime operazioni di soccorso alpino di durata non inferiore a tre ore.

indennità di impiego operativo – pilotaggio APR

Indennità mensile:
– che sarà corrisposta esclusivamente al personale in possesso della qualifica di operatore sensore APR (aeromobili a pilotaggio remoto, cd. droni) di peso pari o superiore a 25 kg;
– pari al 170% dell’indennità d’impiego operativo di base [da € 614,09 (Carabiniere) a € 1025,33 (Capitano)

ISTITUTI GIURIDICI


licenza e riposo solidale

Il personale può cedere – a titolo gratuito – la licenza speciale/ordinaria maturata ed eccedente le quattro settimane annue (20 o 24 gg a seconda dell’articolazione dell’orario di servizio su cinque o sei gg settimanali):
– ad altri militari, al fine di consentire di assistere i figli minori che per le particolari condizioni di salute in cui versano necessitano di cure costanti;
– nella misura massima di 30 gg per ogni domanda, reiterabile fino a un massimo di 120 gg annui, con modalità che saranno definite entro 90 giorni dall’entrata in vigore del dPR di recepimento del provvedimento di concertazione, previo parere del COCER.

trattamento economico di trasferimento (deposito mobili, rimborso € 1.000, massimo 3 mesi)

Al personale trasferito d’autorità che abbia titolo all’alloggio di servizio in relazione all’incarico ricoperto, ma che non lo possa occupare in quanto temporaneamente indisponibile (per cause non riconducibili al medesimo personale), compete il rimborso degli oneri sostenuti per il deposito di mobili e masserizie presso terzi, nelle more dell’effettiva consegna dell’alloggio di servizio.


tutela della genitorialità

Oltre a quanto già previsto per i militari genitori di figli minori, è stato:
– esteso l’esonero della sovrapposizione completa dell’orario di servizio ai genitori (e non più, quindi, solo ai coniugi) dipendenti dalla stessa Amministrazione, con figli fino a sei anni di età, per consentire una più agevole gestione dei minori provvedendo alle materiali esigenze degli stessi;
– precisato che:
• il divieto di inviare in missione fuori sede o in servizio di ordine pubblico o all’estero per più di una giornata il personale con figli di età inferiore a tre anni, senza il consenso dell’interessato, si applichi qualora lo stesso abbia proposto, alternativamente, istanza per essere esonerato dai turni o servizi continuativi ovvero dai turni o servizi notturni o dalla sovrapposizione dei turni o servizi;

• l’esonero a domanda dal servizio notturno deve essere riconosciuto al personale che assiste effettivamente un soggetto disabile in situazione di gravità;


– introdotto il diritto per:
• i genitori di studenti del primo ciclo dell’istruzione affetti da disturbi specifici di apprendimento in ambito scolastico (cd. sindrome DSA), di usufruire di orari di lavoro flessibili per consentire l’assistenza ai figli nelle attività scolastiche a casa;
• il militare padre, di fruire di due giorni di licenza straordinaria non computabile nella prima settimana di vita del bambino.

licenza straordinaria per donne vittime di violenza di genere;

La vittima di violenza di genere, inserita nei percorsi di protezione, ha diritto di astenersi dallavoro, per un periodo di tempo pari a novanta giorni nell’arco di tre anni, da fruire in forma giornaliera, con diritto alla corresponsione – in forma integrale – del trattamento economico fisso e continuativo. Il periodo è computato ai fini dell’anzianità di servizio nonché della maturazione della licenza ordinaria e della 13esima mensilità.


licenza straordinaria per congedo parentale

La fruizione della licenza straordinaria per congedo parentale a retribuzione ridotta (30%) o senza retribuzione non incide più sul computo della licenza ordinaria e della tredicesima mensilità spettanti nell’anno di fruizione.


licenza per aggiornamento scientifico

Al personale tenuto al rispetto di obblighi formativi e al mantenimento dell’iscrizione all’albo o a un elenco professionale, ai fini dello svolgimento delle proprie specifiche attribuzioni a beneficio esclusivo dell’Amministrazione di appartenenza, è riconosciuta una licenza straordinaria, nella misura di 8 gg annui computabili nel limite dei 45 gg, per consentire l’aggiornamento scientifico qualora allo stesso non provveda l’Amministrazione in proprio o attraverso convenzioni con soggetti o enti esterni.

STIPENDIO PARAMETRALE A REGIME DAL 2021

Il trattamento stipendiale del personale delle Forze di polizia ad ordinamento militare è incrementato delle misure mensili lorde e rideterminato nei valori annui lordi di cui alla seguente tabella:

trattamento stipendiale forze di polizia

INDENNITÀ MENSILE PENSIONABILE


le misure dell’indennità pensionabile sono incrementate e rideterminate nei seguenti importi mensili lordi:

indennità pensionabile

STRAORDINARIO

le misure orarie del compenso per il lavoro straordinario sono rideterminate negli importi di cui alla seguente tabella:

straordinario

(c) Infodifesa – Riproduzione Vietata

Commenti Facebook

Un pensiero su “Contratto Forze Armate e di Polizia: il riepilogo degli istituti economici e normativi

  • Pingback: Nuovo contratto Polizia di Stato: novità stipendiali e indennità pensionabile - INFODIFESA

I commenti sono chiusi.

error: Content is protected !!