Carabinieri, tutela genitoriale: assistenza e cura dei figli a seguito del provvedimento di chiusura delle scuole

L’Arma dei carabinieri ha inteso condividere il sostegno alla genitorialità delle lavoratrici e dei lavoratori che, a causa del prolungarsi della sospensione delle attività scolastiche, e più in generale, per i disagi causati dall’emergenza sanitaria, hanno grandi difficoltà di conciliazione dei tempi vita e di lavoro.

Leggi anche Difesa, militari assenti dal servizio per Coronavirus. Ecco la circolare

Nel condividere la circolare della Direzione Generale del Personale militare (nella quale si dispone di non computare nei 45 giorni i periodi di licenza straordinaria concessa per i provvedimenti sanitari emessi nei confronti del personale in relazione all’emergenza coronavirus), il sottocapo di Stato Maggiore dell’Arma dei carabinieri, ha sottolineato anche le eventuali problematiche del personale connesse all’assistenza dei figli in particolare con la straordinaria chiusura delle scuole.

“Oltre le diverse forme di congedo parentale – si legge nella circolare – ferma restando la valutazione delle esigenze di servizio, dovranno essere oggetto di attenta considerazione tutte le situazione familiari che nella straordinaria contingenza dei provvedimenti adottati dal Governo, evidenzino particolari necessità di cura e assistenza dei figli minori (specie connesse con la situazione di monoparentalità o con la documentata impossibilità dell’altro genitore lavoratore di fruire di forme di flessibilità nella prestazione lavorativa o di accedere ai benefici che consentano l’astensione dal lavoro. e in assenza dei sostegno di congiunti ovvero di altre figure preposte). Assumendo ogni utile iniziativa atta a garantire la necessaria flessibilità dell’articolazione del servizio (anche con il ricorso, a richiesta degli interessati, al frazionamento dei turni ovvero con l’adozione di orari difformi da quelli previsti).”

Leave a Reply

error: Content is protected !!