CARABINIERI, GENERALE TRUGLIO “MOTOROLA MTP850 POTENZIALMENTE PERICOLOSA”. SINDACATO MILITARI: SOSPENDERNE L’USO

Apprendiamo con estrema preoccupazione – scrive in una nota il segretario del sindacato dei militari Luca Marco Comellini –  che lo scorso 27 dicembre il Comandante della Legione Carabinieri Sardegna, generale Giovanni Truglio, con una nota a sua firma (N. 135/17-1 di prot. 2018 SPP) ha informato tutto il personale dipendente della potenziale pericolosità della radio portatile.

Secondo le disposizioni impartite dall’Esperto Qualificato del CISAM l’uso dell’apparato radio in questione deve essere limitato al “massimo di 30 secondi in un periodo temporale di 6 minuti”, mentre per comunicazioni che necessitino di un tempo maggiore è necessario l’utilizzo di auricolari idonei a garantire una distanza di almeno 30 cm. tra l’apparato radio e il corpo dell’operatore.

L’esperto raccomanda anche di rivolgere in ogni caso l’antenna della radio in direzione opposta al corpo dell’operatore.

Nella certezza che il generale Truglio abbia già disposto l’adozione di ogni idonea precauzione, la nostra Organizzazione Sindacale, considerata prioritaria la tutela della salute dei carabinieri e di tutto il personale militare e delle altre forze di polizia che per servizio utilizza l’apparto radio in questione, a prescindere da ogni impedimento di natura operativa, nelle more degli ulteriori accertamenti che lo stesso Comando Legione Sardegna ha disposto in merito, chiediamo al Comandante Generale dell’Arma, generale Giovanni Nistri di sospendere immediatamente l’uso degli apparati radio Motorola MTP850 su tutto il territorio nazionale e di avviare adeguate azioni di monitoraggio sullo stato di salute del personale interessato.