Carabinieri, arrivano i Taser. Da ottobre in dotazione al Pronto Intervento

A conclusione delle procedure amministrative connesse con la gara accentrata interforze, il 7 luglio 2021 è stato stipulato, con la società aggiudicataria “Axon Public Safety Germany SE’, il contratto relativo alla fornitura, per l’Arma dei Carabinieri, di 2.626 Armi ad Impulsi Elettrici “Taser X2” e relativi accessori, con cui, a partire dal prossimo mese di ottobre, all’esito delle prescritte operazioni di collaudo della fornitura.

Saranno prioritariamente equipaggiati i servizi di Pronto Intervento. Un dispositivo con simile configurazione è già stato affidato in sperimentazione, da febbraio 2018 a giugno 2019 (in analogia e di concerto con PdS e GdF), a cura di 6 Nuclei Radiomobili (Milano, Torino, Bologna, Firenze, Napoli e Palermo), i cui esiti hanno permesso di verificare la loro complessiva validità sul piano tecnico/operativo.

Taser x2. Le caratteristiche

Il modello X2 della Taser prevede una incapacitazione neuromuscolare per circa 5 secondi e prevede la possibilità di sparare una seconda coppia di dardi senza necessità di alcuna operazione di ricarica; oltre al lancio dei dardi, è utilizzabile anche come storditore a contatto, prevede sia le mire fisse tipo pistola, sia un puntatore laser. La portata massima è di 5 metri circa. Ha una lunghezza di 198 mm, un’altezza di 107 mm, uno spessore di 43 mm e un peso di 454 grammi.

Commenti Facebook

Lascia un commento

error: Content is protected !!