CAPO DELLA POLIZIA: “TAGLI ALLA SICUREZZA SONO STIMOLO A FARE DI PIU'”

I tagli al comparto sicurezza “sono diventati uno stimolo a fare di più e se ci manca qualcosa faremo fronte comune con tutte le forze dell’ordine affinché il risultato non diminuisca”.
Lo ha detto il capo della polizia, Alessandro Pansa, parlando a margine della presentazione del calendario 2014.”La realta’ e’ che i tagli sulla sicurezza non sono piu’ sopportabili”: c’e’ una situazione di “allarme rosso”. Lo afferma il segretario del Siulp Felice Romano ribadendo che “i poliziotti sono alla canna del gas”.

“I toni rimodulati del capo della Polizia”, secondo il quale i tagli sono diventati uno stimolo a fare di più, dice Romano, “sono consoni al livello di responsabilità istituzionale del ruolo che ha il prefetto Alessandro Pansa”. Ma si tratta di toni “non rispondenti al grido di allarme e di attenzione che si leva dai poliziotti e dai cittadini”. La “reale situazione in cui versa la ‘macchina sicurezza’ – prosegue Romano – e’ pero’ quella denunciata, sempre dal prefetto Pansa alcuni giorni orsono: con l’attuale carenza di organico e con le insufficienti risorse destinate e sopravvissute alla mannaia dei tagli indiscriminati, la Polizia non puo’ garantire maggiore sicurezza”. E’ quindi “indispensabile” che il governo “inverta l’azione e ricominci ad investire sulla sicurezza e sui suoi operatori”. L’attuale situazione dunque, dice ancora il Siulp, “non può essere da stimolo ma solo una ‘sanitaria vigilanza’ all’eutanasia cui la sicurezza e’ stata condannata”. Se non si interviene “immediatamente, il tracollo del sistema e’ scontato”.
Commenti Facebook

Lascia un commento

error: Content is protected !!