ASSEGNO UNA TANTUM FEBBRAIO 2014: CHI E QUANTO DEVE PERCEPIRE - INFODIFESA

ASSEGNO UNA TANTUM FEBBRAIO 2014: CHI E QUANTO DEVE PERCEPIRE

Con decreto del Ministro della Difesa è stato definito
per l’anno 2013 l’importo degli assegni una
tantum
da corrispondere al personale dell’Esercito Italiano, della Marina
Militare, dell’Aeronautica Militare e dell’Arma dei Carabinieri, ai sensi dell’articolo
1, commi 1 e 3, del decreto legge 26 marzo 2011, nr. 27, convertito, con
modificazioni, dalla legge 23 maggio 2011, nr. 74.

La misura di detti assegni, in relazione alle risorse disponibili
per l’anno 2013 è stata commisurata al 16,60% dell’importo non corrisposto in
attività di servizio, nel medesimo anno per effetto delle penalizzazioni introdotte
dal decreto legge nr. 78/2010, con riguardo ai seguenti istituti maturati con
decorrenza giuridica dal 1° gennaio 2011 al 31 dicembre 2013:
· Assegno di funzione (emolumento corrisposto al personale interessato in relazione al grado
ovvero alla qualifica rivestiti allorquando matura 17,27 e 32 anni di servizio
militare comunque prestato senza il prescritto periodo di demerito);
· Trattamento economico superiore correlato all’anzianità di servizio senza demerito,
compreso quella nella qualifica o nel grado (trattamento corrisposto al
personale direttivo e dirigente quando matura 13/15 anni ovvero 23/25 anni di
anzianità di servizio prestato senza demerito dalla nomina ad ufficiale o dal
conseguimento della qualifica di aspirante);
·   Incrementi stipendiali parametrali non  connessi a promozioni (trattamento economico-parametro superiore corrisposto
al personale quando matura una determinata anzianità di servizio nel grado:es. primo
maresciallo dopo 10 anni di servizio nel grado).
·  Progressioni di carriera comunque denominate (incremento retributivo derivante dalla promozione alla
qualifica o grado superiore, compresa, quella per merito straordinario e quella
conferita il giorno precedente alla cessazione dal servizio.)
Non rientrano nelle misure di congelamento retributivo i
passaggi da un ruolo all’altro a seguito di concorso ovvero di immissione in
servizio permanente effettivo nonché al conferimento di qualifiche o gradi
conseguenti alla frequenza dei corsi formazione iniziale a seguito di concorso.
Gli assegni una
tantum
sono conferiti con distinti assegni per ciascun istituto cui si
riferiscono per l’anno 2013. Essi rilevano per detto anno, in relazione agli
emolumenti corrispondenti ai fini della 13° mensilità.
Infine, gli assegni una
tantum
non sono utili per la determinazione dell’indennità di buonuscita e
della quota di pensione.

L’assegno una
tantum
sarà erogato, compatibilmente con le disponibilità di cassa, nel
mese di febbraio 2014.

0 thoughts on “ASSEGNO UNA TANTUM FEBBRAIO 2014: CHI E QUANTO DEVE PERCEPIRE

  • 28/06/2014 at 19:53
    Permalink

    Ma chi vince il concorso non rientra nel blocco, ma allora vale anche per il concorso interno PM? Non é scritto nulla da nessuna parte….come viene gestito il passaggio di grado per concorso? Gli arretrati spettano per misura intera? Grazie a chi risponde

    Reply
  • 27/05/2014 at 14:22
    Permalink

    d'ora in avanti, solo il minimo indispensabile…che vadano tutti al diavolo…

    Reply
  • 07/04/2014 at 20:53
    Permalink

    Ma scusate!!!! una volta in pensione l'assegno funzionale viene ridato per l'intero importo oppure viene automaticamente tolto? se qualcuno mi vuol cortesemente rispondere……grazie

    Reply
  • 21/03/2014 at 15:25
    Permalink

    Bene ancora una volta ci prendono per il c……. , preciso vogliono i tagli ? allora li vadano a prendere dove loro ci mangiano , comunque fin quando durerà ? tutto va bene ………. le ore in più fanno male , perché è una truffa

    Reply
  • 17/03/2014 at 22:35
    Permalink

    Io l assegno di funzione che avrei maturato più di un anno fa non lo percepisco, aspetto il 2015 per vedere se lo sbloccano. In caso negativo lavorerò 2 gg in meno al mese , mi autocompenso. Fate tutti così che magari a Roma si danno una mossa .

    Reply
  • 04/03/2014 at 11:05
    Permalink

    in 4 anni sono migliaia di euro persi per chi rientra nel blocco e non si puo lavorare in questo modo con lo stipendio che ha perso un potere che non voglio neanche quantificare…..è l'italia questa???????

    Reply
  • 04/03/2014 at 11:03
    Permalink

    è la dirigenza che è sporca a questo punto mi vien da pensare così ….. è la dirigenza che dovrebbe tutelarci ma non lo fa…… chissà perché?????? a buon intenditore………

    Reply
  • 25/02/2014 at 08:36
    Permalink

    Impossibile sopportare tutto ciò! Mi è venuto lo schifo delle forze armate, anni di sacrifici per la patria e poi un contentino giusto tanto per, in un anno giù del 30% sull una tantum… Bah questa è l'Italia… Poi i ministri si lamentano che non possono campare a 20000€ al mese… per non parlare degli arretrati di grado e quant'altro, anche ai vfp1, un 2° o 1° blocco mensilmente prendono 930€ un 4° blocco 815°€… io arvrò gli arretrati al 16% e loro stipendio pieno…. bah… che schifo….

    Reply
  • 08/02/2014 at 12:04
    Permalink

    La truppa si lamenta? accontentiamo i Generali! Metodo che funziona sempre agli Ufficiali stipendi e privilegi da nababbi, cose che se solo lo sapessero i poveri cittadini oberati dalle tasse non credo sarebbero contenti. In questo modo loro cercano di tapparci gli occhi e noi come coglioni sempre obbedienti e con stipendi diversi solo per una differenza di un mese, vi pare una cosa logica? Perché per recuperare quei soldi non hanno adottato altri metodi che portassero ad equità? fatto così fa incazzare alcuni e gli altri che invece non sono stati toccati sono indifferenti e pertanto non hanno alcun interesse a partecipare ad alcuna protesta. Quel nano di merda se le studiate tutte.

    Reply
  • 08/02/2014 at 11:52
    Permalink

    Che schifo, nessuno che ci difende ma dove sta il cocer? Forse stanno pensando a sistemare i cavoli loro?

    Reply
  • 04/02/2014 at 22:45
    Permalink

    Non pagano l'assegno funzionale e pensano alla riforma.Ma fate ridere i polli.Secondo me vogliono distrarci con queste pagliacciate…

    Reply
  • 04/02/2014 at 22:43
    Permalink

    La colpa e' solo nostra.da domani tutti assentiamoci.vediamo come fanno con scorte e altri servizi.

    Reply
    • 05/02/2014 at 04:10
      Permalink

      Magari unirsi al popolo che ne dite??

      Reply
  • 26/01/2014 at 19:21
    Permalink

    in tutto questo i politici non rinunciano a niente di niente che schifo ma vogliamo svegliarci

    Reply
  • 23/01/2014 at 20:23
    Permalink

    È una vergogna…. aspettiamo 17 anni di servizio e poi ci fanno l'elemosina. ….
    Vergonatevi sig. politici.

    Reply
  • 22/01/2014 at 22:20
    Permalink

    Io l'assegno funzionale non lo percepisco da più di tre anni…per i miei 17 anni di servizio. …e pensare che a ilona starler( cicciolina) per aver fatto politica le danno il gettone di non so quante mila euro al mese…….bella italia…mandateci lei all'estero no?????? E a noi se dimentichiamo di pagare un bollo ci mandano equitalia a portarci via la casa………andate a fare in c……

    Reply
  • 22/01/2014 at 20:48
    Permalink

    Comunico UFFICIALMENTE che x febbraio ve la scordate. Io per un elemosina del genere non ci penso proprio a fare anche solo un minuto di straordinario per far fare bella figura alla mia maricommi

    Reply
    • 22/01/2014 at 20:54
      Permalink

      Restituirli sporchi dl nostro sangue.

      Reply
  • 22/01/2014 at 20:34
    Permalink

    È una vergogna come al solito

    Reply
  • 22/01/2014 at 10:43
    Permalink

    discriminazione una tantum per chi e' arrivato a 17-27-32 e' perche' chi li prende gia' prende intero…e gli altri me compreso che son gia' 3 anni che prendo una tampata nel culo per nulla…..lavoro e son contento ma non ben remunerato come negli altri stati ..

    Reply
    • 08/04/2014 at 07:26
      Permalink

      Bisogna avere il coraggio di ribellarsi la colpa e del sindacato che non da nulla

      Reply
  • 22/01/2014 at 10:01
    Permalink

    Mi vergogno… Sono dispiaciuto per tutti quelli che hanno sacrificato la propria vita per questa Italia che sta facendo ridere il mondo…

    Reply

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *