ASSEGNI UNA TANTUM E RIORDINO, DECORRENZA E DESTINATARI

In ordine al complesso iter di attuazione relativo Decreto legislativo n.95 del 29 maggio 2017 sul Riordino dei ruoli e delle carriere del personale delle Forze di polizia, d’intesa con il Co.Ce.R., l’Ufficio Legislazione dell’Arma dei carabinieri partecipa che:

a. con le competenze del mese di agosto e settembre sono stati, rispettivamente, corrisposti:

– l’indennità mensile pensionabile per il grado di Luogotenente, con effetto retroattivo al 1° gennaio 2017;

– gli stipendi al personale neo-promosso Maresciallo Maggiore, con effetto retroattivo alla data di promozione (tre aliquote: 1° gennaio, 1° aprile e 1° luglio 2017), il cui decreto è stato trasmesso, per le successive incombenze, ai Comandi di Corpo il 9 agosto u.s;

b. sono tuttora in corso le procedure:

straordinarie di avanzamento relative alle riduzioni di permanenza nei gradi, con la possibile emissione dei relativi decreti entro la metà di ottobre (App. +4, per la promozione a App. s.; V.Brig e Brig. +5 e +6, per la promozione rispettivamente a Brig. e Brig. Ca.; Mar. Magg. +8/12, per la promozione a Lgt.);

– per l’attribuzione della qualifica/carica speciale, le cui aliquote di valutazione sono formate al 30 settembre, che – pertanto – verrà decretata entro la fine di ottobre, compatibilmente con i tempi d’istruzione della Direzione Generale del Personale Militare;

c. a decorrere dal mese di ottobre, il CNA emetterà le competenze relative all’attribuzione agli aventi diritto dei nuovi parametri stipendiali, in relazione al grado rivestito al 30 settembre 2017;

d. dal mese di novembre, dopo che il MEF avrà reso operativi i relativi fondi da parte del MEF, sarà possibile corrispondere:

l’assegno “una tantum” pari a 350€ lordi, sostitutivo del c.d. Bonus 80 €;

– l’assegno “una tantum” destinato al personale che al 1° gennaio 2017, secondo la legislazione previgente al riordino, rivestiva la qualifica o il grado apicale, negli importi e secondo le anzianità previsti dalla legge;

– le competenze stipendiali correlate ai nuovi gradi e qualifiche speciali’, con decorrenza 1° ottobre 2017 e la corresponsione degli arretrati, una volta ricevuti i decreti di promozione da parte della Direzione Generale del Personale Militare.