Anche De Luca critica Figliuolo: “Tolga la divisa”. Ten. Col. Paglia: “Per noi l’uniforme è sinonimo di lealtà, onore, sacrificio”

Le contestazioni del governatore della Campania, Vincenzo De Luca, al commissario per l’emergenza Covid-19, generale Francesco Figliuolo scatenano dure critiche. Non certo per la richiesta di vaccini per la Campania, quanto per le parole del presidente della giunta regionale sulla divisa indossata dal militare: «E’ inappropriato andare in giro in mimetica e anfibi, ora ha funzioni civili». Le reazioni arrivano innanzitutto dall’Esercito.

«Forse ancora non è chiaro a qualche amministratore che il militare è colui che giura fedeltà alla Repubblica, onoriamo il nostro Paese e che per noi l’uniforme è sinonimo di lealtà, onore, sacrificio – ha detto ai microfoni del Tg4 il tenente colonnello Gianfranco Paglia, medaglia d’oro al valor militare e consigliere del ministro della Difesa – è assurdo ed anacronistico che siamo giudicati per ciò che indossiamo e non per ciò che facciamo. Se a qualcuno infastidisce nel vederci consiglio di cambiare strada o canale televisivo perché noi andremo sempre in giro in uniforme e a testa alta ben consapevoli di fare il nostro dovere fino in fondo».

«A ognuno il sentimento che vuole»

E il generale Leonardo Tricarico, già capo di Stato maggiore dell’Aeronautica militare, replica duro: «Il generale Figliuolo è libero di indossare l’uniforme come e meglio crede, al di là dell’utilizzo per lavoro. Non mi sembra nemmeno il caso che lo si critichi per questioni minori che comunque sono assolutamente soggettive. Come al presidente della Campania dà fastidio, o la Murgia si sente minacciata, magari altre persone si sentono rassicurate: lasciamo ad ognuno il sentimento che vuole».

Gli stilisti e l’ok alla divisa

Anche gli stilisti criticano De Luca. «Amo la divisa del generale Figliuolo, è rassicurante — commenta lo stilista e direttore creativo della maison Gattinoni, Guillermo Mariotto —. Significa che tutto sarà eseguito con disciplina ferrea e ordine quasi militare. Ed è stata proprio questa, a mio avviso, la sorpresa di Mario Draghi, la scelta di un uomo in divisa. Serietà e coscienza». Così anche la stilista milanese Lella Curiel: «La mimetica del generale Figliuolo? Il governatore della Campania De Luca si faccia i fatti suoi. A mio avviso è giusto che la indossi al lavoro, durante la distribuzione dei vaccini e nei sopralluoghi dei siti. Nelle occasione ufficiali, chissà, il generale Figliuolo potrà pure indossare giacca e cravatta».

Redazione Online il Corriere

Commenti Facebook

Lascia un commento

error: Content is protected !!