AIUTA IL FIGLIO SPACCIATORE A ELUDERE CONTROLLI: CARABINIERE ARRESTATO

Ha
scoperto, per caso, che i suoi colleghi stavano indagando il proprio figlio per
spaccio di stupefacenti e lo ha aiutato ad eludere i controlli. Per questo un
carabiniere della stazione di Ferentillo è stato arrestato.

L’operazione
antidroga è stata condotta dai carabinieri di Amelia ed ha portato anche
all’arresto di una giovane e alla denuncia di altri 11 ragazzi. E’ stato così
stroncato un giro di droghe tra i giovani della zona della Valnerina di
Terni.
I
militari stavano indagando i giovani, tra i quali il figlio di un
militare. Il carabiniere in questione si è accorto, in modo accidentale,
dell’attività investigativa in corso ed ha utilizzato
le informazioni così acquisite per cercare di evitare guai al figlio
.
L’altro
arrestato è una 21enne di Montefranco, a casa della quale è stata trovata la
maggior parte della droga sequestrata nel corso delle perquisizioni scattate
oggi. In tutto sono stati recuperati 215
grammi di marijuana, 30 di hascisch, sei di Mdma, cinque di cocaina divisi in
dosi, vari bilancini di precisione e altri strumenti per il consumo della droga
.
I
giovani identificati nel corso delle indagini iniziate nell’agosto 2013 sono
residenti ad Arrone e nei comuni limitrofi (tra loro anche un rumeno) e hanno
tra i 20 e i 30 anni. Tra i giovani c’è anche il figlio di un altro militare dell’Arma in servizio ad Arrone: i
carabinieri di quella stazione hanno così dovuto denunciare il figlio
del loro collega
.