Aggredisce l’ex compagna, poi stacca un dito con un morso a un poliziotto

Armato di martello, ha picchiato con calci e pugni la porta di casa della ex compagna. Poi quando ha visto le divise blu dei poliziotti, si è scatenato contro gli agenti. La furia dell’uomo non si è placata neanche alle grida disperate dell’agente a cui aveva appena staccato un dito a morsi.
Sono stati attimi di paura e panico ieri a Marino, comune alle porte della Capitale. È stato necessario l’intervento di due volanti della polizia per riportare la calma. Alla fine per l’aggressore, un romano di 26 anni, sono scattate le manette. E l’accusa di violenza, aggressioni e lesioni a pubblico ufficiale.

LA RICOSTRUZIONE
La prima richiesta di intervento è partita quando l’uomo ha tentato di forzare la porta dell’abitazione della sua ex, vittima da tempo delle sue violenze. Ieri anche, il copione si stava ripetendo ma barricata in casa, ha avuto la prontezza di chiamare gli aiuti. Una manciata di minuti dopo sono quindi arrivati i due agenti. Ma ormai in preda a un raptus di violenza, l’uomo si è scagliato contro di loro. Fino a quando non ha afferrato la mano di un poliziotto e con un morso gli ha staccato la falange. Quando i sanitari del 118 sono arrivati sul posto hanno eseguito le prime medicazioni e recuperato la parte di dito del poliziotto ferito e sotto choc. Intanto, davanti al piazzale dell’abitazione sono arrivate in supporto dei colleghi aggrediti, altre due volanti della polizia.

È stata necessaria una lunga trattativa per riportare la situazione alla normalità. Per l’uomo, un romano di 26 anni, sono scattate le manette.


GLI ACCERTAMENTI


Da quanto accertato dagli investigatori, la donna da tempo era finita nel mirino dell’ex compagno. Proprio l’aggressività e la violenza del 26enne l’avrebbe spinta a prendere le distanze. «Da quando l’ho lasciato – ha raccontato ai poliziotti- è diventato sempre più aggressivo. Avevo paura ecco perché lo avevo denunciato». Una situazione sempre più tesa tanto che era stato già denunciato. Ma almeno fino a ieri, non era mai sfociata in aggressione fisica.
Intanto i due agenti feriti sono stati trasportati in codice rosso in ospedale. Per il poliziotto ferito alla mano rimasto senza falange, le prossime ore saranno decisive. Verrà infatti sottoposto a un delicato intervento chirurgico. I giorni di prognosi sono 25 mentre per il collega, che ha riportato solo lievi lesioni, la prognosi è di 10 giorni.

Commenti Facebook

Lascia un commento

error: Content is protected !!