AEREI ANTI ISIS, SULLE BOMBE LA DEDICA: “CON AMORE DA MANCHESTER”

“Love from Manchester”, ovvero: da Manchester, con amore. Il daily Mail pubblica oggi una foto di una delle bombe montate a bordo degli aerei della Royal Air Force (Raf) operativi nella missione della coalizione anti-Isis in Siria e Iraq. Sull’ordigno con un pennarello è scritto, appunto, “Love from Manchester”, in riferimento al tragico attentato di lunedì all’Arena durante il concerto di Ariana Grande.

L’immagine è apparsa su Twitter ed un portavoce RAF ha confermato al MailOnline l’autenticità della foto. La tradizione di scrivere messaggi sulle bombe risale alla seconda guerra mondiale e, da allora, ha caratterizzato ogni conflitto.

In seguito agli attentati terroristici a Parigi nel novembre 2015 che hanno causato 130 morti, il messaggio ‘From Paris With Love,’ era scritto sulle bombe americane ed i missili diretti alle roccaforti ISIS.

‘A Hitler’: MESSAGGI sulle bombe nel corso della storia

La scrittura di messaggi sulle bombe è una tradizione che risale alla seconda guerra mondiale, dove si ritiene abbia avuto origine. Aviatori britannici e statunitensi, infatti, avrebbero usato gesso per scrivere insulti sul lato degli esplosivi, spesso diretti a Adolf Hitler.

Alcune ormai divenute famose: ‘Buona Pasqua a Adolph’, ‘Run, Rommel! Run!’ e ‘Possa questa essere la vostra ultima alba’, riferendosi al Giappone.  

I messaggi su bombe si ritiene abbia avuto origine durante la seconda guerra mondiale, quando aviatore avrebbe scarabocchiare insulti verso la Germania e il Giappone sul lato degli esplosivi

Questi piloti sono stati raffigurati pittura 'Buona Pasqua a Adolph!' durante i bombardamenti della Germania nazista

Le forze Usa hanno scritto messaggi in Giappone ricordando loro che 'non aveva dimenticato' su Pearl Harbor

Decorare le armi è diventata prassi comune, con i soldati che spesso incidono messaggi sui loro fucili o caschi oppure insultano il nemico.

Dopo gli attentati dell’11 settembre 2001, gli americani hanno scritto insulti sulle bombe ‘Caro Osama, consegna speciale dalle cheerleaders d’America’, ‘NYPD dice Ciao’ e ‘a Saddam, questo è per te!’

Bombe anche portavano messaggi di vendetta per quanto riguarda gli attacchi dell'11 settembre durante la guerra contro il terrorismo in Afghanistan e in Iraq

Gli Stati Uniti hanno continuato la tradizione da scarabocchiare messaggi sulle bombe durante la guerra in Iraq, affrontando le esplosivi a Saddam Hussein e Osama bin Laden

aviatori russi ha scritto 'Per Parigi' sugli esplosivi, nella foto, sganciate su ISIS in Siria dopo l'attacco terroristico orribile in Novembre 2015