Addio al “super poliziotto” Luciano Scozzai, scrisse la storia della Squadra Mobile di Trieste

TRIESTE –  Luciano Scozzai, uomo di punta della Sezione investigativa che ha scritto la storia della Squadra Mobile di Trieste sotto la guida di Sergio Petrosino e Giuseppe Padulano, se ne è andato stanotte all’ospedale di Cattinara dopo una combattuta malattia.

Classe 1942, nato a Tirana, era entrato da giovanissimo nella Polizia di Stato e aveva costruito una squadra di giovani poliziotti molto affiata e temuta dalla microcriminalità cittadina.

Una sorta di “super poliziotto”, che si muoveva tra vie cittadine con una Guzzi V7 nera e un Maggioliono cabriolet, che usava anche per inseguire i malviventi. Negli anni Novanta, da infiltrato prese parte ad una delicata operazione nei confronti di un sodalizio turco-calabrese, che dopo due anni di indagini portò a numerosi arresti.

Negli ultimi anni di carriera operò alla Direzione Investigativa Antimafia di Bari.

A dare l’annuncio della sua morte, con un post su Facebook è stato il figlio Michele:

Commenti Facebook
error: Content is protected !!