ACCORPAMENTO FORZE DELL’ORDINE, I VERDI IN DIFESA DEL CORPO FORESTALE:”INDISCUSSA E SPECIFICA COMPETENZA”

“Le nuove notizie relative alla volontà del Governo
Renzi di procedere ad un accorpamento dei 5 Corpi di Polizia, nell’ambito della
nuova Legge di Stabilità, mette ancora in allarme gli ambientalisti per quanto
riguarda il possibile smembramento del Corpo Forestale dello Stato (9.215
addetti) e il suo inserimento nella Polizia di Stato (102.395 addetti), sotto
il controllo del Ministero degli Interni” I Verdi della Provincia di Savona
prendono posizione nel dibattito sull’accorpamento dei cinque corpi di polizia.

“Il Corpo Forestale, sottolineano gli ambientalisti,
solo nel 2013, ha accertato più di 10 mila reati ambientali ( perpetrati
principalmente dalle ecomafie) in collaborazione con la Direzione Nazionale
Antimafia,  e che rappresenta un fondamentale presidio nel contrasto di
questi crimini. E’ bene  che altri voci libere si facciano sentire anche
oggi  per impedire un arretramento di fronte ai crimini contro il
patrimonio naturale e paesaggistico, il dissesto idrogeologico, lo smaltimento
illegale dei rifiuti (terra dei fuochi ecc.”)
“ Il Corpo Forestale dello Stato, precisa il portavoce
dei “Verdi” savonesi Gabriello Castellazzi, ha indiscussa e specifica
competenza, capacità professionale investigativa e di lettura dei fenomeni
criminali, specialmente quelli relativi agli incendi boschivi, sia in fase di
prevenzione sia in quella di pronto intervento con la successiva individuazione
dei colpevoli”.
“Ricordiamo inoltre che la Forestale ha competenza
sulla protezione  dei 20 Parchi Nazionali e delle 130 Aree Protette,
patrimonio di assoluto valore della nostra penisola. Le stazioni operanti sul
territorio dovrebbero essere ancora potenziate per contrastare i nuovi
attacchi, denunciati da più parti, al nostro patrimonio naturale, bene
insostituibile per il futuro dei nostri figli”.

“Altri sono i settori sui quali è possibile e necessario
risparmiare e in cui non si vede l’intenzione di porre fine allo spreco:
vitalizi d’oro e liquidazioni assurde per manager che hanno portato le aziende
pubbliche al fallimento sono solo alcuni esempi”, concludono i “Verdi”.

FONTE