I CARABINIERI SFIDUCIANO IL GEN. GEROMETTA:”PERSOMIL HA RICONOSCIUTO GLI ARRETRATI SOLO AI DIRIGENTI”

Il Co.Ce.R.
carabinieri ha presentato una delibera con la quale “sfiducia” il neo
Presidente del Co.Ce.R. interforze – è quanto riferisce in una nota il delegato
Co.Ce.R. carabinieri Giuseppe La Fortuna – è inaccettabile  che il “Direttore di
Persomil/Presidente
Co.Ce.R.
Interforze” possa ricoprire
contemporaneamente due funzioni contrapposte tra loro
, assumendo su
di sé sia la difesa degli interessi dell’Amministrazione della Difesa che
quelli della Rappresentanza militare.

Il Gen.
D. Paolo Gerometta – si legge nel testo della delibera – Direttore Generale del
personale militare  ha assunto  l’incarico 
di presidente del CoCeR Interforze; appurata la velocità e la solerzia con cui ha interpretato la sentenza della Corte
Costituzionale circa gli arretrati da corrispondere alla dirigenza emanando la
circolare che prevedeva il rimborso dell’indennità perequativa e di posizione
per gli ufficiali dirigenti
( di cui il Presidente del Co.Ce.R. interforze
fa parte); che senza coinvolgere le rappresentanze militari ha emanato una circolare fortemente
penalizzante per il personale delle Forze Armate riguardante i provvedimenti
disciplinari da instaurare prima del giudicato penale
; considerato che tale
velocità e solerzia non è stata palesata con iniziative a favore del restante personale non dirigente; il Co.Ce.R. carabinieri delibera di:
informare
che questa sezione Co.Ce.R. per i motivi suddetti valuterà, volta per volta,
l’opportunità di partecipare alle riunioni del CoCeR Interforze;

invitare
i delegati Co.Ce.R,. delle altre FFAA/CORPI, di condividere se ritenuto
opportuno;

invitare
il Presidente del Co.Ce.R, Interforze a presentare le dimissioni per non aver
difeso l’autonomia gestionale delle RR.MM. è di aver supinamente agevolato il
dettato di SMD;

in caso
contrario di interessare il Signor Comandante Generale affinchè  richieda al Signor Capo di SMD di disporre che
ogni Presidente che si dovesse trovare nelle medesime condizioni del Gen.
Gerometta (RITENUTO INCOMPATIBILE DA QUESTO COCER), debba obbligatoriamente
operare una scelta tra l’espletamento del mandato e la conservazione
dell’incarico ricoperto.