ACCESSO ABUSIVO AL SISTEMA INFORMATICO: POLIZIOTTO RISCHIA DUE ANNI E MEZZO DI CONDANNA

(di Romina Marceca) – Rocco Fersini è un poliziotto con 36 anni di servizio. Adesso rischia 2 anni e 6 mesi di condanna per accesso abusivo al sistema informatico, favoreggiamento e rivelazioni di atti d’ufficio. La pena è stata richiesta dal pubblico ministero Giorgia Spiri nel processo che si celebra con rito abbreviato davanti al gup Fernando Sestito.

Fersini è scivolato nella vicenda che vede sotto accusa, in dibattimento, il maestro di ju-jitsu Salvatore Li Gotti, trentenne, maestro della palestra One Fitness. L’istruttore è accusato di tentata estorsione nei confronti di cinque donne e, reato ancor più grave, di violenza sessuale nei confronti di una sua allieva minorenne che avrebbe baciato e palpeggiato. Ma anche di pornografia minorile. Una sfilza di reati contestati a Li Gotti dal sostituto procuratore Giorgia Spiri: il processo è in corso davanti alla seconda sezione penale.

Il poliziotto Fersini sarebbe stato contattato dal padre di Li Gotti per fare una denuncia nei confronti di una delle presunte vittime e ha cercato sul sistema informatico i dati della donna. Fersini, che oggi era in aula, è stato spostato d’ufficio dopo che è stato indagato. Il gup Sestito ha chiesto l’acquisizione di alcune intercettazioni a carico del poliziotto che non erano nel suo fascicolo.

Commenti Facebook

Lascia un commento

error: Content is protected !!