ACCADEMIA DI MODENA, CADE TRAVE SU AUTO IN SOSTA. “EVENTO IMPREVEDIBILE”

(di VALENTINA REGGIANI) – Il rischio che qualcuno potesse passare sotto al ponteggio in quel momento, è evidente, c’è stato. Ma, fortunatamente, non è accaduto e, a parte un’auto fortemente danneggiata, non si sono avuti ulteriori danni. L’evento però – dicono dall’Accademia – era imprevedibile. Per prevenire rischi a passanti e automobilisti, venerdì sera, con un’ordinanza del Comune l’area è stata transennata e messa in sicurezza.

Ha destato non poco clamore in particolare tra i residenti, venerdì sera, quella grossa trave in legno caduta da un ponteggioesterno all’Accademia militare e finita sul cruscotto di un’auto, distruggendolo. Se il conducente fosse stato alla guida in quel momento, sicuramente, non ne sarebbe uscito illeso. Sul posto sono accorsi i pompieri, che hanno effettuato le prime verifiche e la polizia municipale. Il Comune ha emesso un’ordinanza per la stessa sera prevedendo il divieto di transito a mezzi e pedoni sul lato dell’Accademia coinvolto dalla caduta.

Contemporaneamente i vigili hanno contattato i proprietari delle sette vetture parcheggiate facendole spostare. Ieri mattina, però, i pompieri hanno effettuato un sopralluogo sul posto e, in breve, rimesso in sicurezza l’area, rendendola nuovamente accessibile. Il cantiere è di competenza del genio militare: a tal proposito dall’Accademia fanno sapere che nella mattinata di ieri è stato subito organizzato un sopralluogo. «Sono intervenuti i pompieri e la municipale e le condizioni di sicurezza sono state ripristinate subito.

E’ stato quindi predisposto un successivo intervento, alla luce del giorno, per capire se ci fossero ulteriori problemi nel ponteggio. Quindi su corso Tre Febbraio sono tornati i vigili del fuoco con due squadre e noi, nel frattempo, abbiamo convocato una ditta specializzata in ponteggi. I tecnici hanno verificato due punti, quello da cui si è staccata la trave e un altro su cui era stata adottata la stessa soluzione tecnica dalla ditta che ha montato il ponteggio.

Ci sono due punti dove ci sono dislivelli nella facciata quindi per interconnetterli è stato utilizzato il legno anzichè l’alluminio. E’ stato un evento imprevedibile – continuano dall’Accademia – determinato dal vento che ha soffiato in città e che a 40 metri di quota si è sentito particolarmente. Le altre assi sono risultate tutte fissate. Il finanziamento per il rifacimento dell’ultima facciata del palazzo ducale sono già stati chiesti e sono in programmazione. Ci sono i temi tecnici ma ci muoveremo in tutte le sedi affinchè l’iter si concluda quanto prima». Stamattina la ditta specializzata è comunque tornata sul ponteggio per un’ultima verifica. (Il Resto del Carlino)

Leave a Reply

error: Content is protected !!