Zingaretti isolato in casa: “Sono positivo al coronavirus ma sto bene e combatto”

«I medici mi hanno detto che sono positivo al Covid19. Sto bene ma dovrò rimanere a casa per i prossimi giorni. Da qui continuerò a seguire il lavoro che c’è da fare. Coraggio a tutti e a presto!». E’ il messagio pubblicato su Facebook dal segretario del Partito democratico e presidente della regione Lazio, Nicola Zingaretti. «Ho sempre detto: “Niente panico”. E adesso combatto come è giusto in questo momento, seguendo tutte le disposizioni delle autorità sanitarie.

La mia famiglia sta seguendo i protocolli previsti», ha aggiunto in un video pubblicato sul social network. «La Asl sta contattando le persone che in questi giorni sono state più vicine al lavoro per i controlli e le verifiche del caso – ha concluso Zingaretti – Ovviamente ho informato il vicepresidente della Giunta regionale, Leodori, per mandare avanti il lavoro, così come il vicesegretario del Pd Orlando, con gli organismi in carica, seguirà tutte le attività politiche».

Nella giornata di ieri è stata diffusa la notizia della positività di un poliziotto della scorta di Matteo Salvini. Si tratta di un uomo della scorta della seconda auto, quella che accompagna la vettura dell’ex ministro. «Io sto bene, non sono mai stato a contatto col ragazzo della polizia che potrebbe essere positivo, e ovviamente farò tutto quello che le autorità sanitarie mi chiederanno di fare, come ogni altro cittadino», ha detto il leader della Lega. 

Nei giorni scorsi altri amministratori locali erano risultati positivi al virus: la sindaca di Piacenza, due assessori regionali dell’Emilia Romagna. E’ di ieri invece la notizia della positività di prefetta e questore di Bergamo e prefetto di Brescia.

Leave a Reply