TUNISINO ARRESTATO PER FURTO DISTRUGGE LA VOLANTE A TESTATE

Como, arresto in
piazza – Un episodio davvero sconcertante quello della tarda mattinata di oggi
in piazza Vittoria a Como dove la polizia, squadra volante, è intervenuta su
segnalazione di un cittadino per due persone che stavano rubando – una
l’avevano già sottratta – biciclette dal cortile dell’Hotel Due Corti. E poi
stavano cercando di “piazzarle” a 50 euro.

All’arrivo degli agenti, uno dei due
è riuscito a scappare, l’altro è stato bloccato. E mentre veniva caricato
sull’auto per essere portato in Questura ha reagito in modo scomposto
gettandosi con violenza con la testa contro il lunotto della “volante”.
Risultato (come dalle foto allegate che lo certificano in modo eloquente),
“volante” danneggiata seriamente e lui (come da altra foto in esclusiva che riportiamo
sopra
) è stato bloccato dagli agenti con il volto ricoperto di sangue. Non
contento e prima di riportarlo alla calma, ha insultato pesantemente gli agenti
con il sangue che gli sgorgava da tutte le parti. Non facile anche per loro
cercare di fermarlo. L’episodio stamane, come detto, davanti a decine di
passanti attoniti. Poi il ricovero in ospedale e il successivo arresto per
tentato furto, resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale. Domani verrà
processato in Tribunale a Como. Si tratta di un 30enne tunisino, in Italia con
regolare permesso (abita a Villaguardia). Il Questore, Michelangelo Barbato, ha
voluto precisare che gli agenti hanno agito con la massima correttezza e che il
ferimento dell’immigrato è solo ed esclusivamente da addebitarsi alla sua
scomposta reazione al momento di essere caricato sulla vettura.

Ecco la “Volante”
della Questura con il lunotto posteriore distrutto dalle testate del focoso
tunisino, poi arrestato in centro Como.

Commenti Facebook

Lascia un commento

error: Content is protected !!