Tragedia sulla strada: muore Matteo, militare dell’Esercito di 24 anni. Il giorno prima aveva presentato la fidanzata alla mamma

Il giorno prima di morire, neanche 24 ore prima dell’incidente su viale di Tor di Quinto, era tornato a casa per la festa della mamma. Un’occasione anche per presentare la fidanzata ai genitori. Matteo Taglienti, scomparso all’età di 24 anni, aveva lasciato San Giovanni Campano, paesino in provincia di Frosinone, tre anni fa per arruolarsi nelle forze armate. Era appassionato di deltaplani e motori e nell’esercito lavorava in officina. Come detto, 24 ore prima di morire era tornato nel paesino dove ha vissuto tutta l’infanzia e l’adolescenza con la sua fidanzata, che aveva presentato alla mamma. Poi ha fatto ritorno nella Capitale e il giorno dopo è morto in seguito a un terribile schianto. Matteo prestava servizio presso l’ottavo reggimento Lancieri di Montebello.

L’incidente mortale sul monopattino

Stando a quanto si apprende, l’incidente è avvenuto intorno alle 22 di domenica 8 maggio su viale di Tor di Quinto. All’altezza del civico 119 si sono scontrate una automobile, una Dacia Sandero, e il monopattino su cui viaggiava Matteo. Quest’ultimo è morto praticamente sul colpo e i sanitari del 118 non hanno potuto fare nulla per salvargli la vita. Il conducente dell’auto, invece, è stato accompagnato all’ospedale Sant’Andrea in stato di shock, ma non ha riportato gravi ferite. Gli agenti del III gruppo Nomentano della polizia locale di Roma Capitale stanno cercando di ricostruire l’esatta dinamica dell’incidente. I due mezzi sono stati sequestrati.

La procura indaga per omicidio stradale

La procura di Roma ha aperto un fascicolo di indagine per omicidio stradale in merito alla morte del 24enne. Il conducente dell’automobile, un 22enne di Fara Sabina che era in compagnia di una ragazza, è attualmente sotto indagine. Gli agenti della polizia locale hanno acquisito i video di alcuni impianti di videosorveglianza presenti nella zona.

Commenti Facebook
error: Content is protected !!