TERNI, SI SUICIDA IL COMANDANTE PROVINCIALE DELLA GUARDIA DI FINANZA

Il colonnello Massimiliano Giua, comandante provinciale della Guardia di Finanza si è tolto la vita sparandosi un colpo di pistola.

Il cadavere del militare è stato ritrovato da due escursionisti sul monte argentario, in toscana. Giua si sarebbe ucciso con un colpo di pistola sparato dalle armi di ordinanza. Il colonnello avrebbe lasciato delle lettere indirizzate ai suoi familiari.

Nato a Francoforte sul Meno in Germania nel 1970 il colonnello Giua è entrato nell’accademia della Guardia di Finanza nel ottobre 1989 ed ha frequentato il corso superiore di Stato Maggiore interforze nel 2009. Ha prestato servizio con incarichi di comando presso reparti operativi di Trani, Roma e Torino. Si è insediato a Terni all’inizio di settembre dello scorso anno, dopo aver prestato servizio per 4 anni a Grosseto. Si sarebbe dovuto sposare nelle prossime settimane.