Sparatoria a Biella, carabiniere aggredito spara e uccide un 54enne

Carabiniere aggredito spara e ferisce a morte un cinquantenne. E’ accaduto a Quaregna, nel Biellese. L’aggressore è morto all’ospedale di Ponderano, dove era ricoverato in gravi condizioni.  L’uomo era stato ferito nella notte dal colpo di pistola sparato da un carabiniere, rimasto a sua volta ferito nel tentativo di difendersi. La vittima, un cinquantenne di origini straniere, probabilmente ubriaco, con un coltello si è scagliato contro i militari, intervenuti dopo la segnalazione del 118 perché stava dando in escandescenza. Anche il carabiniere è stato ricoverato all’ospedale di Ponderano, le sue condizioni non sarebbero gravi.

Secondo il Corriere della Sera tutto è partito dopo che è arrivata una telefonata al 112. Alcune persone segnalavano un uomo che stava dando fastidio a dei passanti. Il cinquantenne, che vagava in strada, appariva ubriaco. Sul posto poco dopo è arrivata una pattuglia dei carabinieri. Alla vista dei militari l’uomo avrebbe reagito violentemente. Secondo alcune testimonianze avrebbe impugnato un coltello scagliandosi contro gli uomini in divisa. Uno dei due carabinieri a quel punto, nel tentativo di difendersi ha impugnato la pistola e a fatto fuoco ferendo al torace lo straniero. Anche uno dei carabinieri sarebbe rimasto ferito, raggiunto da una coltellata. Secondo alcune ricostruzioni sarebbe stato proprio l’uomo poi ferito a morte con lo sparo a chiedere l’aiuto dei carabinieri. Una telefonata confusa nella quale chiedeva aiuto per una lite. 

L’aggressore è stato dunque trasportato in gravissime condizioni in ospedale. I medici hanno provato a salvargli la vita, ma lo straniero è spirato poco prima dell’alba. Si cerca ora di risalire alla motivazione che ha portato l’uomo a diventare irascibile e ad attaccare i carabinieri. Anche dal 118 fanno sapere che l’uomo, precedentemente all’intervento dei carabinieri, aveva effettuato una telefonata, ma sempre molto confusa, non spiccicando bene parola a causa del troppo alcool in corpo.

Commenti Facebook

Leave a Reply

error: Content is protected !!